Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 15.12.2017 ore 05.21
Sei qui: Home | Teatri Reggio, Filidei consulente musicale
2 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Teatri Reggio, Filidei consulente musicale


Il Maestro Francesco Filidei è stato individuato dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione I Teatri di Reggio Emilia quale consulente musicale di Paolo Cantù, che da gennaio 2018 sarà direttore generale e artistico della Fondazione.



A Francesco Filidei che a Reggio ha lavorato già nel 2006 in occasione di Organo Magico - Organo Laico al festival Rec e ha presentato la sua prima opera Giordano Bruno al festival Aperto 2015, i migliori auguri di buon lavoro da parte del teatro
Paolo Cantù ha dichiarato: "Con la nomina di Francesco Filidei in qualità di consulente musicale si chiude il percorso proposto e condiviso con il cda per il rinnovo della governance artistica della fondazione. Una scelta forte e un profilo di altissimo livello che coniuga alcuni elementi caratterizzanti il progetto artistico che stiamo immaginando, qualità, internazionalità e attenzione al contemporaneo, senza dimenticare il ruolo istituzionale e di vicinanza al territorio della nostra struttura." 
 
Nato a Pisa nel 1973, Francesco Filidei si è diplomato al conservatoiro di Firenze ed al Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi ottenendo sempre le massime votazioni. Come organista e compositore, è stato invitato dai più importanti festival di musica contemporanea, suonato da orchestre quali la WDR, la SWR, la RSO Wien, la ORT, la RAI, la Tokyo Philharmonic, la Bayerische Rundfunk, La Verdi, la Filarmonica di Varsavia e Vilnius, e da ensemble specializzati quali Linea, l’Itineraire, Alter Ego, NEM, EOC, l’Intercontemporain, Les Percussions de Strasbourg, Klangforum,  Musikfabrik, Recherche, Tokyo Synfonietta, Icarus, Ictus, London Synfonietta Neue Vocalsolisten, in particolare alla Filarmonica di Berlino, di Colonia e di Parigi, alla Suntory ed alla Tokyo Opera House, alla Theaterhaus di Vienna, alla Herkulessaal di Monaco, alla Tonhalle di Zurigo, alla Filarmonica di Los Angeles. Dopo aver ottenuto una commissione dal Comité de Lecture Ircam nel 2005, ottiene il Salzburg Music Forderpreistrager 2006, il Prix Takefu 2007, il Forderpreistrager Siemens 2009, la Medaglia UNESCO Picasso/Miro del Rostrum of Composers 2011, il premio Abbiati 2015, il Premio dell'Accademia Charles Cros 2016. È stato borsista dell’Akademie Schloss Solitude nel 2005, Membro della Casa de Velàzquez nel 2006 e nel 2007, Pensionnaire a Villa Medici nel 2012,  Borsista del DAAD e compositore in residenza dell’Ensemble 2e2m nel 2015. Ha insegnato composizione a Royaumont (Voix Nouvelles) alla Iowa University, a Takefu, all’Accademia di Tchaikovsky City in Russia ed ai Ferienkurse di Darmstadt. È stato nominato Chevalier des Arts et des Lettres dal ministero della cultura francese nel 2016 e Consulente musicale della fondazione I Teatri di Reggio Emilia nel 2017.
Dopo la sua prima opera su Giordano Bruno, lavora  insieme al librettista e regista Joel Pommerat su una nuova opera commissionata dall'Opera Comique su un racconto di Zamiatine, l'Inondazione. 


Ultimo aggiornamento: 04/12/17

05/12/17 h. 0.14
Teatrante dice:

Figura interessante, con Cantù sulla carta sono una bella coppia... speriamo nella concretezza dei risultati

04/12/17 h. 21.33
Hella.... dice:

"L'inondazione"...
quella della fontana prospicente il Valli.
Abbiamo un fenomeno.

Esprimi il tuo commento