Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 22.08.2018 ore 05.41
Sei qui: Home | Spezia-Parma, la procura federale apre inchiesta
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Spezia-Parma, la procura federale apre inchiesta


La Procura federale ha aperto un'inchiesta sulla partita Spezia-Parma. Grazie alla vittoria sullo Spezia per 2-0, il Parma hanno ottenuto la promozione diretta in serie A. 
 
Il match era da subito discusso per un rigore sbagliato dall'ex Parma Gilardino sul punteggio di 1-0. Ma a gettare benzina sul fuoco sono stati alcuni sms prima della partita tra giocatori delle due squadre.
La Procura Figc avrebbe già ascoltato due giocatori dello Spezia, Filippo De Col e Alberto Masi, il team manager Leonar Pinto e l'ad Luigi Micheli. Si vuole infatti fare chiarezza sui messaggi inviati dai parmigiani Fabio Ceravolo e Emanuele Calaiò ai loro avversari quattro giorni prima della sfida. Negli sms ci sarebbero stati dei riferimenti ambigui alla prestazione in difesa dello Spezia, una sorta di invito a non impegnarsi troppo. 
La classifica dei liguri era già assolutamente tranquilla, mentre il Parma si giocava uno storico ritorno nella massima serie.


Ultimo aggiornamento: 09/06/18

11/07/18 h. 14.05
antonio crescenzi dice:

il reato oggettivo di illecito è indubbio. gilardino non puo piu giocare a pallone.

Esprimi il tuo commento