Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 20.11.2017 ore 20.11
Sei qui: Home | Scacciacrisi
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Matteo Fortelli

Scacciacrisi


di Matteo Fortelli

Grissin Bon Reggio Emilia – Galatasaray Istanbul 74 - 71


La partita – La Grissin Bon decide di uscire dalla crisi nel modo migliore, cogliendo cioè la sua prima vittoria stagionale con la formazione probabilmente più forte tra quelle affrontate finora. Il Galatasaray tiene campo alle folate iniziali di una Reggio frustrata, imposta il proprio gioco conducendo per larghi tratti della partita, ma viene colpito e affondato e quasi sorpreso dal grande cuore reggiano.



I biancorossi si aggrappano nei momenti di maggiore difficoltà a una difesa a tratti davvero convincente e a un Jalen Reynolds ben deciso a rispondere sul campo a tutte le critiche della settimana; quando poi Della Valle si mette a fare il Della Valle, la squadra di casa disegna il break decisivo.

Sugli scudi anche Julien Wright, bravo a gestire i lunghi minuti che ancora non ha nelle gambe ma che deve garantire in campo e Markoishvili, capace di uscire nel momento decisivo – quando il pallone pesa il doppio – con 5 punti di classe e sostanza.


I numeri – Reynolds 23 punti e 14 rimbalzi, una presenza costante, sia difensiva che offensiva. Se l’enorme talento e la straordinaria reattività sono a servizio di una testa sempre focalizzata e in controllo – per usare le parole di Max Menetti a fine partita – davvero l’Italia e l’Europa rischiano di diventare presto troppo strette per il suo livello. Ma la strada per arrivare lì è ancora lunga.

Della Valle, 3 punti nel primo tempo e 27 nel secondo, dimostra tutto il suo talento che si sprigiona al tiro quando – è un nostro chiodo fisso da tempo – Amedeo osa nelle entrate. Chiaro che dipende sempre cosa consente la squadra avversaria e anche la propria, ma crediamo fortemente che Della Valle abbia gambe adatte a mettere in crisi – con le sue penetrazioni – le difese in modo altrettanto incisivo e non certo meno efficace del suo grande talento al tiro. Eccezionali le due bombe del break, ma a noi sono piaciute altrettanto certe iniziative in area, volte a creare spazi e anche a prendere intelligenti falli per utilissimi tiri liberi.



Positivo – Molto bene i leader designati della squadra: Della Valle, Reynolds, Wright (utile come non mai nelle paludi del primo tempo) e Markoishvili. Quest’ultimo in particolare prende in mano la squadra nel momento decisivo – e spesso critico – del dopo break, quando mette i punti giusti per non far più avvicinare i turchi. Quel jumper sul +3 costruito in arresto e tiro ci ha ricordato tanto il tiro di Soragna nella semifinale olimpica di Atene 2004.

La curiosità – Le squadre che dovevano “uccidere” il girone di Eurocup sono in notevole difficoltà: Hapoel Gerusalemme e proprio il Galatasaray. Sta volando invece il Bayern Monaco. I numeri della giornata di tutta la competizione (non solo del girone reggiano) parlano poi di Reynolds primo (in coabitazione) per valutazione e rimbalzi, e Della Valle secondo per punti fatti.

Il problema – Se Candi ha brillato, entrando praticamente e freddo nei minuti decisivi e difendendo come sa, Mussini – che sul resto non è dispiaciuto – deve ritrovare quanto prima i suoi tiri. Molte difficoltà invece per Sanè e De Vico, ancora da registrare a questi livelli.


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
Esprimi il tuo commento