Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 28.06.2017 ore 16.14
Sei qui: Home | Santa Croce-Reggiane: "Sono previsti 18 milioni"
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Santa Croce-Reggiane: "Sono previsti 18 milioni"


Sono previsti dalla legge di Stabilità approvata nel dicembre scorso i 18 milioni di euro che Reggio Emilia ha ottenuto quale finanziamento del governo, partecipando al Bando della Presidenza del Consiglio dedicato a rigenerazione e sicurezza urbana e proponendo il Programma di rigenerazione urbana del quartiere storico Santa Croce-Reggiane.

 
E' quindi priva di fondamento l'insinuazione – circolata in questi giorni – secondo la quale non ci sarebbero risorse previste per Reggio Emilia su questo tema.
Con una prima tranche di risorse, per 500 milioni di euro, sono stati finanziati progetti delle prime 24 città inserite della graduatoria del Bando. Con il successivo finanziamento, previsto appunto della legge di Stabilità e ammontanti a circa 1,6 miliardi di euro, vengono finanziati altri progetti in graduatoria, fra cui quello reggiano, che si è classificato al 25esimo posto. Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe), erogatore di parte dei finanziamenti (800 milioni di euro), ha assegnato lo scorso 3 marzo le risorse per Reggio Emilia, così come per altri capoluoghi.

 
Nelle prossime settimane verranno perfezionate le procedure necessarie all'erogazione del finanziamento.
 
Le risorse per Reggio Emilia andranno a integrare quanto già stanziato per l'area Reggiane dal governo, attraverso il Piano nazionale città, dalla Regione Emilia-Romagna attraverso il Documento unico di programmazione e da investitori privati.
 
Il Pru del quartiere storico Santa Croce raggiunge così una dimensione di investimento complessiva stimabile in oltre 46 milioni di euro, costituita dal contributo richiesto al Bando della Presidenza del Consiglio per un importo di 18 milioni di euro e dal cofinanziamento da parte di soggetti pubblici e privati per un importo di circa 29 milioni di euro. Braccio operativo nel reperimento delle risorse e nell'attuazione degli interventi è Stu Reggiane spa.

 
Le nuove risorse, una volta finanziate, verranno investite in 14 progetti specifici.
Il quartiere storico di Santa Croce-Reggiane viene posto al centro della rigenerazione urbana attraverso la riqualificazione architettonica e funzionale di diversi edifici dismessi, da adibire a spazi per servizi culturali, educativi, sportivi e assistenziali, nel segno della rigenerazione urbana, della coesione e dell'innovazione sociale.
 
Si tratta del capannone 15 delle ex Officine Meccaniche Reggiane, parallelo alla linea ferroviaria storica e adiacente alla stazione ferroviaria centrale. Gli altri importanti immobili che verranno coinvolti nell'intervento di riqualificazione sono i sette presenti tra via Gioia, viale Ramazzini e via Talami, oggetti individuati e inseriti nel programma di Riuso, in cui troveranno spazio appunto attività sportive, culturali e ricreative, educative, di welfare di comunità, del Terzo settore. Qui sono previsti investimenti al fine di renderli pienamente fruibili e funzionali alle attività che ospiteranno.

 
Si tratta in particolare degli ex Magazzini logistici di via Gioia 24 e di via Gioia 22/A, B enC, dell'ex Mangimificio Caffarri di via Gioia 4, dell'ex discoteca Maffia di viale Ramazzini 35 e dell'ex Deposito ferroviario di via Talami 7.
Il quartiere è di nuovo al centro dell'azione di rigenerazione anche per quanto riguarda i collegamenti interni. Nuova qualità urbana è infatti prevista con la riqualificazione di alcune strade del quartiere di Santa Croce: il tratto ovest di viale Ramazzini, via Gioia, via Talami e via Veneri (tratto sud). Su queste stesse strade si affacciano fra l'altro vari immobili privati al centro dell'operazione di Riuso.


Ultimo aggiornamento: 25/03/17

09/03/17 h. 14.16
Anna dice:

Vedremo...

Esprimi il tuo commento