Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 17.12.2017 ore 05.26
Sei qui: Home | San Prospero, Reggio festeggia il patrono. Il 24 il centro storico attende migliaia di visitatori
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

San Prospero, Reggio festeggia il patrono. Il 24 il centro storico attende migliaia di visitatori


Venerdì 24 novembre Reggio Emilia celebra la Festa del patrono San Prospero, uno degli appuntamenti più attesi e vissuti della città e del suo centro storico in particolare.


 
Tradizione è la parola chiave di una festa che da sempre è occasione per la comunità di incontrarsi, vivere le strade e le piazze del centro tra musica, aromi e sapori d'autunno.
 
"Le feste sono occasioni in cui la comunità si incontra e si rigenera, rafforzando le sue relazioni all'aperto in quei salotti naturali che sono le piazze – ha detto alla stampa l'assessora alla Città storica-Attività produttive Natalia Maramotti illustrando il programma della giornata – Al grande mercato all'aperto con 260 banchi si affiancano tante iniziative legate all'associazionismo e al volontariato, che con 52 banchi trasformeranno piazza Fontanesi nella piazza della solidarietà".
Presenti anche il presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi che ha sottolineato come la festa sia occasione per far conoscere il territorio attraverso prodotti, luoghi e opportunità, Stefano Maccarini, rappresentante della Basilica di San Prospero, che ha illustrato gli aspetti più religiosi e di tradizione della sagra e Lorena Belli, dirigente del servizio Sportello e attività produttive del Comune di Reggio Emilia.

 
Anche quest'anno il programma degli eventi accosta alle celebrazioni liturgiche proposte e occasioni di svago, tra eventi culturali, curiosità artigianali e solidarietà, realizzate grazie all'ampia partecipazione di tutta la città: oltre al Comune, alla Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla e ai custodi della Basilica di San Prospero, infatti, sono coinvolte istituzioni e organizzazioni culturali e del commercio che culmineranno nella giornata del 24 novembre. Ricca l'offerta commerciale, che quest'anno prevede la presenza di oltre 260 banchi di vendita nelle vie del centro storico, oltre alle tante iniziative specifiche a cura di organizzazioni e associazioni di via: ViaRomaviva (via Roma), Reggio in Rosa è! (portici di San Pietro), I negozi di Porta via Emilia San Pietro (portici di San Pietro), I commercianti di Porta Castello (piazza 24 maggio) e il Circolo degli Artisti (piazza della Vittoria e isolato San Rocco). Tra i banchi non mancheranno le occasioni per partecipare alle attività promozionali e alle raccolte fondi promossi da diversi soggetti tra associazioni, scuole e parrocchie: Croce Rossa, Croce Verde, scuola Matilde di Canossa, scuola 'Italo Calvino', scuola dell'Infanzia Ghiardello, scuola Galvani-Iodi, scuola secondaria Fontanesi, scuola don Primo Carretti, scuola Ada Negri, scuola Sant'Agostino, Parrocchia Santi Gervasio e Protasio, Parrocchia San Giovanni Battista, Parrocchia Ortodossa Romena, Il Giorno dopo, Unione Italiana Ciechi, Ring 14, I Santinnocenti, Scout Cngei, Aima, Unicef, Andos, Asdre, La Carezza, La Bottega del Natale, Avd Associazione sport Disabili, Auser, Le croccantine di Baiso, Giro del Cielo, Amici presepe napoletano, Enpa, Il cicciolo d'oro, Associazione Cipi, Anisetta, Associazione Università 21, Telefono Azzurro, Golf Club Matilde di Canossa, Legambiente.

 
Piazza della Vittoria ospiterà il 'Mercatino regionale piemontese', con diverse aziende e produzioni di eccellenza, difficili da trovare in commercio. Il Mercatino propone anche il percorso de 'I giochi di una volta', che sarà messo a disposizione di bambini e adulti, che verranno accompagnati alla riscoperta di giochi "antichi". Il mercato, che sarà aperto al pubblico indicativamente dalle 9.30 alle 19.30, rimarrà allestito in piazza della Vittoria anche nella giornata di sabato 25 e domenica 26 novembre. 
Le Pro loco della nostra montagna offriranno in piazza San Prospero prodotti autunnali, quali caldarroste, miele, vin brulè, castagnaccio, nocciole, funghi, tortellini di castagna, brulè di mele e tante altre delizie.
In occasione della festività di San Prospero, infine, giovedì 23 novembre la rassegna Soli Deo Gloria propone, nella chiesa di San Zenone (piazza san Zenone), il concerto 'Gracias a la vida', con Giovannimaria Perrucci all'organo e Valeria Braglia al contrabbasso. Per l'occasione saranno eseguite musiche di Walther, Bach, Morandi, Rossini, Petrali e Parra. L'ingresso è libero.

 
Tra gli appuntamenti più attesi, venerdì 24 novembre, il Concerto di campane (ore 10.30) e nella Basilica di San Prospero la Messa Solenne (ore 11), presieduta dal vescovo Massimo Camisasca.
 
Ampio spazio sarà dato anche quest'anno alle iniziative benefiche e di solidarietà, con numerose associazioni presenti tra i banchi sparsi in città per promuovere la raccolta fondi a sostegno di realtà sociali, associazioni, scuole e parrocchie.
Importante il contributo, con iniziative proprie, dei negozianti riuniti nelle Associazioni di via, quello delle Pro loco della montagna con prodotti tipici, a cui si affianca l'iniziativa L'Appennino bianco scende in città che, nel cortile di palazzo Allende e in piazza Gioberti, offre un 'tutto Appennino' fra gastronomia, turismo, sport e natura.
La Biblioteca Panizzi osserverà l'apertura straordinaria (ore 10-18), con letture per bambini; fra gli eventi, al teatro Valli, il musical operetta 'Mamma mia!' e al Nuovo Teatro San prospero lo spettacolo 'La cena dei cretini'.
 
Sabato 25 novembre, alle 11.15, al Palazzo dei Musei, è in programma l'inaugurazione della mostra 'On the road – Via Emilia 187 a.C. - 2017', festa culturale della città, dedicata alla Via Emilia e al suo fondatore Marco Emilio Lepido, nel week-end di San prospero.
 


Ultimo aggiornamento: 23/11/17

Esprimi il tuo commento