Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 21.08.2017 ore 04.32
Sei qui: Home | San Martino, usura ed estorsione: in cella
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

San Martino, usura ed estorsione: in cella


I fatti risalgono al 2013, quando un 58enne di origini campane abitante a San Martino in Rio (nella Bassa reggiana), al termine di un’attività investigativa dei carabinieri, era stato segnalato all’autorità giudiziaria reggiana per i reati di estorsione e usura nei confronti di un concittadino.


 
L’iter giudiziario si è concluso nei giorni scorsi con la condanna dell’uomo, per altro già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, alla pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione. 
Per questo motivo l’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Reggio Emilia ha emesso nei suoi confronti un ordine di carcerazione che martedì pomeriggio è stato inviato ai carabinieri della stazione di San Martino in Rio. L’uomo, quindi, è stato rintracciato dall’Arma nella sua abitazione. I militari, dopo avergli notificato il provvedimento e ultimate le formalità di rito, lo hanno condotto alla casa circondariale di Reggio Emilia ove dovrà scontare le pena.


Ultimo aggiornamento: 26/07/17

Esprimi il tuo commento