Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 28.06.2017 ore 16.14
Sei qui: Home | Reggio. La denuncia di Tutino: furto rame alle Caprette
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Reggio. La denuncia di Tutino: furto rame alle Caprette


Sconosciuti hanno divelto i pozzetti d'ispezione e hanno cominciato a sfilare cavi di rame, con l'intento di farne bottino, danneggiando seriamente gli impianti dell'energia elettrica e i lampioni del parco delle Caprette e della ciclopedonale lungo il Crostolo, nella zona di via Albanesi a Baragalla.

 
Ad accorgersi dell'accaduto e a segnalarlo agli uffici comunali è stato l'assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino, che ha fra le proprie deleghe anche quella alle Manutenzioni.
 
"Conosco bene quel percorso – dice l'assessore Tutino - perché due volte la settimana, la mattina molto presto, vado a correre. Stamattina alle 5.40, mentre correvo, mi sono imbattuto in una serie di pozzetti aperti: erano 15 in tutto. Chi, evidentemente nel corso della notte, li ha aperti e si è messo ad armeggiare con i cavi, ha fatto saltare 31 punti luce, che erano tutti funzionanti in precedenza. Al mio rientro, alle 7.30, ho inviato la segnalazione ai servizi competenti.
"In città questi furti, che portano con sé atti di vandalismo agli impianti, ci costeranno in totale quasi mezzo milione di euro di ripristini, per oltre 20 chilometri di cavi rubati – sottolinea l'assessore - Il nuovo affidamento dell'illuminazione pubblica prevederà dei sistemi di protezione degli impianti che sui pozzetti più vecchi oggi non esistono. Faremo le opportune denunce per cercare coloro che si rendono responsabili di questi gesti di vandalismo a danno della cittadinanza".
 
Poco dopo la segnalazione, agenti della Polizia municipale e tecnici hanno ispezionato la zona.


Ultimo aggiornamento: 13/03/17

Esprimi il tuo commento