Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 23.08.2017 ore 08.05
Sei qui: Home | Reggio. Ferragosto, allarme cuccioli abbandonati
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Reggio. Ferragosto, allarme cuccioli abbandonati


E' di sei cagnolini e due micetti, il bilancio degli animali ritrovati dagli agenti della Polizia municipale di Reggio Emilia in pochi giorni.


 
Nonostante le numerose campagne informative, per contrastare l'odioso fenomeno dell'abbandono degli animali domestici, all'avvicinarsi delle ferie si moltiplicano i ritrovamenti di cuccioli. A meno di una settimana da Ferragosto gli agenti della Polizia municipale hanno, infatti, salvato sei cani e due gatti lasciati a se stessi. I primi sono stati ritrovati all'interno di uno scatolone nei pressi della parrocchia di Sant'Alberto in via Einstein. Una micia è stata recuperata dagli operatori a pochi metri dalla porta del Comando di via Brigata Reggio mentre un gattino di pochi giorni è l'unico sopravvissuto di una cucciolata rimasta orfana di mamma gatta avvelenata con una polpetta.
 
I cagnolini abbandonati sono stati ritrovati nel pomeriggio di domenica 6 agosto, intorno alle 15, quando un cittadino ha sentito dei gemiti provenire da una scatola appoggiata a terra all'esterno del muretto che delimita la chiesa di via Einstein. La prontezza dell'uomo, che ha immediatamente contattato la centrale operativa del Comando di Polizia municipale, ha evitato il peggio, i cuccioli di appena 25 giorni non sarebbero sopravvissuti a lungo nel caldo torrido di questa estate. Nel giro di pochi minuti gli agenti sono arrivati sul posto e si sono occupati del recupero dei cagnolini, ora al sicuro al canile municipale cittadino.

 
Nella mattinata di sabato 5 agosto, una giovane micia è stata ritrovata da due operatrici di Polizia municipale che stavano entrando in servizio. La gatta, di tipo europeo a pelo grigio e corto, assetata e malnutrita miagolava insistentemente vicino l'ingresso del Comando situato al primo piano di via Brigata Reggio 28. Dopo aver soccorso la micia, le agenti hanno cercato all'interno dei numerosi uffici dello stabile, quasi tutti chiusi, l'eventuale proprietario del felino. L'esito negativo delle ricerche e la calura, hanno convinto gli agenti ad affidare la micia alle cure di un volontario in attesa dell'eventuale ritrovamento del padrone.
 
Si tratta invece dell'unico sopravvissuto di una cucciolata, l'ultimo piccolo felino recuperato nel pomeriggio di lunedì, 7 agosto. Ignoti hanno avvelenato mamma gatta che viveva in una colonia felina nei pressi di via Turati. Una volta rinvenuto il cadavere di una gatta con segni evidenti di un allattamento in corso, un ispettore della Municipale si è messo alla ricerca dei cuccioli, purtroppo solo uno di quattro micetti è arrivato vivo nelle mani dell'agente. Affidato il micio al gattile ora gli operatori di via Brigata Reggio indagano per stabilire chi sia il responsabile del reato.
Dall'inizio dell'anno la Polizia municipale reggiana ha effettuato 284 interventi per verificare le condizioni dei nostri amici a quattro zampe. In gran parte si tratta di animali domestici sfuggiti al controllo dei propri padroni, numerosi controlli, tuttavia, sono stati effettuati su segnalazioni di presunti maltrattamenti, per cani alla catena o mordaci. In tutto sono una quarantina i padroni sanzionati nei primi sette mesi del 2017 per non aver rispettato il regolamento comunale sul benessere animale.
 


Ultimo aggiornamento: 08/08/17

Esprimi il tuo commento