Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 24.06.2018 ore 03.04
Sei qui: Home | Reggio, quarto weekend di Fotografia Europea
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Reggio, quarto weekend di Fotografia Europea


Un altro week end ricco e interessante è alle porte e Fotografia Europea è pronta ad accogliere nuovi visitatori con le sue ventidue mostre nelle tredici sedi espositive della città, ma anche con gli eventi collaterali studiati ad hoc per chi vorrà immergersi completamente nel mondo delle rivoluzioni e dell'arte fotografica.
 
Sabato. Alle ore 16,30 il curatore Pier Giorgio Carizzoni condurrà una visita guidata nelle sale di Palazzo Magnani a "Sex & revolution! Immaginario, utopia, liberazione (1960-1977)". Tra le esposizioni principali della XIII edizione di Fotografia Europea, la mostra, dal taglio storico scientifico molto accurato ma allo stesso tempo divertente e dissacrante, sta riscuotendo grande successo, attirando a Reggio Emilia visitatori interessati a scoprire non solo scatti d'autore come quelli di Paola Mattioli e Angelo Frontoni – che hanno immortalato persone e testimoni dei grandi mutamenti in corso - ma anche e soprattutto, a conoscere i dettagli di quelle trasformazioni che, nell'ambito delle contestazioni degli anni '60 '70, hanno cambiato per sempre il modo di concepire e vivere la sessualità. (3 euro + biglietto FE non obliterato). Per info e prenotazioni: info@palazzomagnani.it 0522 444446.
 
Alle ore 21, presso il Cinema al Corso, ci sarà una interessante dibattito su "Fotografare le rivoluzioni nell'era di Internet. Nuove frontiere del racconto per immagini" in cui Letizia Battaglia, considerata tra le figure più importanti della fotografia contemporanea dialogherà con Margherita Guccione, direttore del Museo di architettura moderna e contemporanea del MAXXI (MAXXI Architettura), in merito ai nuovi confini che la tecnologia offre per raccontare il mondo attraverso gli scatti fotografici.
 
Letizia Battaglia, nasce a Palermo nel 1935 ed è considerata una delle fotografe più importanti a livello mondiale. Conosciuta per le sue opere che ritraggono le vittime e i personaggi del mondo mafioso, il suo lavoro si distingue per l'impegno sociale e politico, che l'ha portata a fotografare la Sicilia, con immagini in bianco e nero, crude quanto reali che denunciano l'attività mafiosa con reportage coraggiosi e che hanno fatto la storia della fotografia. Ma Letizia Battaglia non è solo "fotografa della mafia": la sua fotografia indaga l'emozione, trovandosi costantemente a che fare con tematiche complesse e riuscendo sempre a raccontarle con lucidità. E' stata la prima donna europea a ricevere nel 1985 il Premio Eugene Smith, a New York, poi tra gli altri, il Deutschen Gesellschaft für Photographie (2007) o il Cornell Capa Infinity Award di New York (2009), per citarne solo alcuni tra i più prestigiosi. Dal 2017 è direttrice del Centro Internazionale di Fotografia di Palermo.
 
#askthevolunteer: Inoltre tutte le domeniche pomeriggio alle 16 e alle 18 i nostri volontari sono disponibili per accompagnare i visitatori nelle seguenti sedi di mostra: Palazzo Magnani, Chiostri di San Domenico, Palazzo Da Mosto, Sinagoga
 
Da non dimenticare anche Rebel Rebel, ogni sabato alle ore 16 e ogni domenica alle ore 11: scatti, immagini e racconti, solo per bambini ribelli. Questa settimana il laboratorio prevede l'attività di rielaborazione di immagini iconiche del festival che diventeranno il photobook personale di ogni singolopiccolo partecipante (dai 6 ai 12 anni). Ritrovo nella biglietteria di Palazzo Magnani. I laboratori si svolgeranno presso i laboratori didattici della Fondazione (Sala Gualdi, corso Garibaldi 31, secondo piano). A pagamento 5 euro. Su prenotazione: info@palazzomagnani.it  /  0522 444446
 


Ultimo aggiornamento: 10/05/18

Esprimi il tuo commento