Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 17.11.2017 ore 20.35
Sei qui: Home | Reggio, crolli nelle aule: scuola elementare chiusa
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Reggio, crolli nelle aule: scuola elementare chiusa


Gli alunni della scuola elementare Gino Bartali e le loro famiglie dovranno pazientare per qualche tempo.



Dureranno infatti più a lungo del previsto i lavori di ristrutturazione alla ex Gil, dove nel corso del passato weekend si sono registrati crolli delle controsoffittature nelle aule per causa delle infiltrazioni di acqua. La scuola è stata dichiarata inagibile e i 250 alunni rimandati a casa e nei iorni successivi distribuiti in varie strutture cittadine che li hanno accolti.
 
Il vicesindaco di Reggio Emilia aveva detto a proposito dell'accaduto: "Nonostante le diverse segnalazioni fatte nei giorni scorsi, la ditta non ha preso le dovute precauzioni. I costi degli interventi ed il danno subito saranno dunque messi a carico della ditta che sta svolgendo i lavori: una simile situazione non ha infatti altra causa se non l'impropria gestione del cantiere e pertanto il Comune farà tutto quanto in suo potere per rivalersi sui responsabili per i danni materiali ed immateriali subiti, valutando se esistono le condizioni per la rescissione del contratto".
 
Per garantire le lezioni il Comune aveva poi reso noto che sei classi (le prime, le seconde e le terze) saranno temporaneamente dislocate presso i locali dell'oratorio parrocchiale di Regina Pacis (via Zandonai): agli studenti saranno garantiti i normali servizi scolastici, compreso il servizio prescuola a partire dalle 7.30. Mentre le due classi quarte e le due quinte saranno invece ospitate nei laboratori della scuola secondaria di primo grado "Marco Emilio Lepido", in via Premuda.
I genitori sono stati informati direttamente sia sull'accessibilità della scuola, sia sulle nuove sedi.
 


Ultimo aggiornamento: 08/11/17

Esprimi il tuo commento