Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 17.12.2017 ore 18.41
Sei qui: Home | Punti nascita. Protestano le Cicogne
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Punti nascita. Protestano le Cicogne


Un centinaio di cittadini martedì sono partiti alle 5 e 40 della mattina, da Castelnovo Monti (Appennino reggiano), destinazione Bologna, per assistere al dibattito in Regione sulla chiusura dei punti nascita montani.

 
"Siamo rimasti delusi - ha detto il comitato delle Cicogne - perché ci aspettavamo un dibattito con domande e risposte serie che invece non c'è stato. Ma noi non ci arrendiamo. In montagna non siamo tutelati. Vogliamo capire se vi sia lo spazio per riaprire un dialogo. Per noi se i punti nascita chiudono è solo per volontà della Regione".



Poi davanti alla Regione vi sono stati applausi e fischi al termine della mattinata.
L’assessore, rivolgendosi anche ai cittadini giunti in Regione per manifestare il proprio dissenso rispetto alla sospensione dell’attività dei Punti nascita, ha ribadito la massima disponibilità al dialogo e al confronto sempre dimostrata, anche sul territorio, ricordando l’incontro di ieri in assessorato con istituzioni, associazioni e sindacati di Borgo Val di Taro, che  ha portato alla proposta di delineare un percorso per condividere insieme il futuro dell'ospedale, con l’obiettivo di farne una struttura di eccellenza. “Mai ci siamo sottratti al confronto con i cittadini- ha sottolineato Venturi- perché l’ascolto del territorio, a maggior ragione nelle vicende che riguardano così da vicino la vita delle persone, per noi non solo è doveroso, ma irrinunciabile. In tutti questi mesi abbiamo ascoltato, discusso, spiegato, e continueremo a farlo, con incontri nei comuni interessati dalla sospensione dell’attività, che sono in programma a partire dai prossimi giorni”. Negli ospedali interessati dalla sospensione dell’attività, infatti, già da questa settimana si svolgeranno i Comitati di distretto, alla presenza dell’assessore, per fare il punto sul piano degli investimenti: i primi in calendario sono previsti venerdì 20 ottobre a Borgo Val di Taro e martedì 24 ottobre a Pavullo nel Frignano. Mercoledì 25 si parlerà ancora di Punti nascita, sempre con Venturi, in Commissione assembleare.


Ultimo aggiornamento: 19/10/17

Esprimi il tuo commento