Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Sabato 24.06.2017 ore 17.42
Sei qui: Home | Prodi: la divisione del Pd mi provoca sconcerto
4 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Prodi: la divisione del Pd mi provoca sconcerto


Lo ha detto l'ex premier Romano Prodi durante un'uscita pubblica.



La scissione del Pd, queste le parole del professore in merito alla recente divisione del partito, "mi provoca sconcerto. Quando in un partito c'è la scissione l'aspetto personale finisce per emergere sul contenuto. Sempre di più si afferma l'aspetto personale e questo diventa inguaribile, perché la passione è inarrestabile". Lo ha detto Romano Prodi, che ne ha parlato a Bologna durante la presentazione del libro di Alan Friedman.
 
"Ho parlato con alcuni di quelli che se ne sono andati - ha raccontato l'ex premier - e ho chiesto loro cosa stessero facendo. La risposta è stata sempre: 'non ce la faccio'. Quando io sono entrato in politica pensavo che fosse il regno della razionalità, in realtà è il regno della passione e dell'irrazionalità".


Ultimo aggiornamento: 16/03/17

17/03/17 h. 12.18
Egr. Presid. Prof. Gr. Lup. Mann. Romano Prodi dice:

Quando si decide a restituirmi l'Eurotassa?

17/03/17 h. 7.14
Turbo D dice:

Grandissimo prof.Mortadella! Talmente grande che nemmeno la pletora dei suoi compagni di partito lo ha votato come presidente della Repubblica... e con tutto quello che hanno votato in questi anni, è tutto un dire.... Hahahahahaha!!!!

16/03/17 h. 22.42
L'Eretico dice:

Massimo rispetto per il Prof. Prodi! Sarei curioso di vedere il curriculum del sedicente antonio curcio, giusto per capire con quale fenomeno abbiamo a che fare.

16/03/17 h. 20.19
antonio curcio dice:

insomma al professore non basta che un giovane studente gli ricordi i danni fatti non basta la razionalità del vivere la PASSIONE della povera gente grazie alle sue intuizioni ...oggi ancora parla mah...per dire cosa che sono tutti intenti a conservare privilegi ...e connivenze ...

Esprimi il tuo commento