Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 18.06.2018 ore 17.13
Sei qui: Home | Pentito picchiato, Antimafia cerca mandanti
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Pentito picchiato, Antimafia cerca mandanti


Il procuratore nazionale antimafia Federico De Raho si è espresso sul caso del pentito Paolo Signifredi, 53enne commercialista di Baganzola, in provincia di Parma, ritenuto il cassiere della 'ndrangheta al Nord, in particolare della cosca Grande Aracri, vittima di un pestaggio da parte di tre uomini che hanno scoperto il luogo in cui il collaboratore di giustizia vive sotto protezione. I tre, approfittando del fatto che il commercialista in quel momento era senza la scorta, lo hanno avvicinato e picchiato mentre si trovava sotto casa. E poi lo hanno minacciato: "Ritratta le tue dichiarazione", gli hanno intimato.
 
Bene ora l'Antimafia vuole andare a fondo alla storia e trovare i mandanti del pestaggio. "E' un episodio molto grave - ha detto De Raho -  e bisogna comprendere come sia avvenuto. Lo Stato ha il dovere di garantire la sicurezza di chi collabora, dei testimoni di giustizia e di chi ha dimostrato la propria vicinanza con la denuncia.


Ultimo aggiornamento: 09/05/18

09/05/18 h. 13.23
qui la mafia c'è ancora dice:

Sempre un sentito grazie alle nostre amministrazioni, sindaco in testa, per non avere ostacolato e taciuto su questa merda di mafia che ha insozzato il nostro territorio.

Esprimi il tuo commento