Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 22.05.2017 ore 21.15
Sei qui: Home | Decennale Pavarotti, Muzzarelli: all'Arena si valorizzi Modena
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Decennale Pavarotti, Muzzarelli: all'Arena si valorizzi Modena


Modena ricorderà Luciano Pavarotti con un concerto lirico gratuito nel giorno dell'anniversario della nascita del tenore, giovedì 12 ottobre, nel Teatro comunale a lui intitolato.



Sempre in ottobre verranno organizzate alcune lezioni concerto nell'ambito del progetto Modena città del Belcanto e, nel frattempo, in occasione dei dieci anni della scomparsa, mercoledì 6 settembre la città sarà avvolta dalle arie delle opere da lui interpretate, grazie a un sistema di filodiffusione nel centro storico, mentre nel corso della settimana si svolgerà anche una serata commemorativa.
 
Lo annuncia il sindaco Gian Carlo Muzzarelli che nei giorni scorsi, insieme all'assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza, ha incontrato la presidente della Fondazione Pavarotti Nicoletta Mantovani con la quale, nelle prossime settimane, si approfondiranno i contenuti dei richiami a Modena che potranno essere inseriti nello spettacolo in programma il 6 settembre all'Arena di Verona.
 
"E' importante che Nicoletta Mantovani abbia assunto questo impegno – sottolinea il sindaco – affinché il tributo al tenore, che sarà trasmesso in diretta televisiva sulla Rai, valorizzi anche la modenesità di Luciano e la tradizione del Belcanto della nostra città. E' vero che avremmo preferito che Modena venisse coinvolta fin da subito, però non avremmo certo potuto, ma soprattutto non avremmo voluto, competere con il budget economico previsto per l'iniziativa di Verona. In ogni modo lavoreremo per far sì che quello spettacolo rappresenti anche un'opportunità per Modena, mentre in città, grazie anche alle tante collaborazioni che il ricordo di Luciano riesce a suscitare, cercheremo quest'anno e nel futuro di valorizzare il Pavarotti grande interprete della lirica. E' ancora presto per parlare di nomi o di programmi, ci stiamo lavorando, ma vorremmo che già nell'appuntamento di quest'anno in Teatro ci fosse un richiamo alla Bohème, opera a cui il tenore era particolarmente legato. Credo sia importante – conclude il sindaco – continuare a offrire l'opportunità ai modenesi di dimostrare tutto l'affetto che ancora provano per Luciano Pavarotti".


Ultimo aggiornamento: 18/03/17

Esprimi il tuo commento