Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 17.12.2017 ore 05.23
Sei qui: Home | Paura per turisti reggiani su volo Londra
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Paura per turisti reggiani su volo Londra


Lunghi minuti di paura sul volo Alitalia AZ218 che doveva decollare alle 7.35 da Milano Linate alla volta dello scalo inglese di London City.



A bordo, tra gli oltre 200 passeggeri, molti business man, ma anche la delegazione della Nazionale del Parmigiano che, venerdì, seguirà i lavori del World Cheese Awards 2017/2018 proprio nella capitale del Regno Unito. Tra loro Gabriele Arlotti, ideatore del gruppo, la fotografa carpinetana Loretta Amorini, la produttrice dell'azienda Granadoro di Cavriago, Luciana Pedroni, e l'ex casaro Romano Camorani di Casina.
 
"Dopo una lunga attesa a bordo a causa del maltempo sull'aeroporto londinese, il nostro aereo aveva svolto le regolari operazioni di avvicinamento alla pista - testimonia Gabriele Arlotti, ideatore della pluripremiata Nazionale -, appena iniziato il decollo con i motori al massimo in cabina, si sono accese le luci di emergenza e il comandante ha immediatamente azionato i motori per una brusca frenata proprio nel momento più delicato del volo. A grande potenza lungo la pista, infatti, eravamo prossimi al punto di non ritorno per l'arresto dell'aereomobile". Sono stati attimi di tensione e compostezza tra i passeggeri. "Tra i sedili c'era un surreale silenzio".  "Mentre rientravamo allo scalo - spiega  Arlotti - il comandate ci ha informato che era avvenuto un grave black out elettrico". Immediatamente sono saliti a bordo i tecnici dello scalo milanese che hanno constatato l'impossibilità di decollare a causa del guasto. I passeggeri sono stati dirottati su alcuni voli successivi e su un veicolo d’eccezione messo a disposizione entro un'ora dalla compagnia di bandiera. Una brutta avventura, ma a lieto fine.
 


Ultimo aggiornamento: 15/11/17

Esprimi il tuo commento