Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 23.08.2017 ore 08.02
Sei qui: Home | Parla il busto di Lenin
10 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Giuseppe Caliceti

Parla il busto di Lenin


di Giuseppe Caliceti

Sabato 2 settembre parteciperò anche io a Rosso#17. A Cavriago.

 
I ragazzi di Cavriago me lo hanno chiesto. Ho scritto un romanzo sul busto e sui pensionati che gli facevano da angeli custodi. Non potevo non partecipare. Nell'autunno di cento anni fa a Pietrogrado, in Russia, "dieci giorni sconvolsero il mondo", segnando in modo indelebile la storia dell'umanità. Erano le giornate della Rivoluzione d'Ottobre.
 
Attraverso questo evento Cavriago intende ricordare quei fatti, mettendo da un lato a valore la propria straordinaria specificità storica e dall'altro ricordando al mondo intero che le parole pace, uguaglianza, progresso e democrazia sono ancora, nel 2017, le istanze della presente e futura umanità.
 
L'evento si svolgerà in Piazza Lenin a Cavriago nella giornata di sabato 2 settembre. A partire dal tardo pomeriggio sono previsti concerti - Banda di quartiere e Banda POPolare dell'Emilia Rossa - e interventi  di Ivano Marescotti (che leggerà stralci del discorso di Lenin in cui cita Cavriago). Il programma è ancora "aperto", potrà essere aggiornato nelle prossime settimane.
 
Street food a cura della Cantina Garibaldi.
 
Che farò io?

 
Una istallazione. Una performance. Insomma, farò parlare il Busto di Lenin. Era ora, ammettiamolo. E' da troppo tempo che Lenin non dice niente.
 
Parlerà come avveniva anche nel romanzo omonimo, ambientato tra il 1989 e il 1991. Pubblicato da Sironi Editore.
 
Se Guareschi ha fatto parlare il crocefisso di Brescello, nel suo don Camillo, penso che anche il busto di Lenin di Cavriago possa parlare, no?
 
Che dirà Lenin?
 
Ancora non lo so. Ci sto pensando. C'è attesa, lo so. Anche dentro di me. Ma giuro che ancora non lo so. Con che voce parlerà? Parlerà del Pd? Della Boschi? Di Renzi? Di Che Guevara? Non lo so, giuro. 
 
Certo si guarderà intorno. Ascolterà. Dirà quello che gli viene in mente leggendo i giornali e guardando un po' il mondo di oggi attorno a sè. Di cose da dire ce n'è. Abbracci di Pisapia a parte....
 
 
 
 


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
03/08/17 h. 1.30
@gc dice:

Ahah!!

02/08/17 h. 23.13
cg dice:

dice Osho che chi parla dell'ego degli altri di solito sta parlando del suo...

30/07/17 h. 2.12
@gc dice:

Vabbè...come non detto ... l'ego supera la fantasia....
Quel che voleva dire Lenin non l'avrebbe certo affidato a un busto per mezzo della sua scrittura....
Quindi quel che dirà il busto sarà solo la sua opinione che per quanto.....

29/07/17 h. 8.57
@@Yanez dice:

Fra i comunisti sovietici, che hanno massacrato centinaia di migliaia di persone e i fascisti, ci sarà una via di mezzo di persone liberali, democratiche, rispettose. O no? Io spero di appartenere a quel gruppo.

26/07/17 h. 11.33
cg dice:

magari quando parla il busto si ricorda proprio di quel meglio...

26/07/17 h. 0.26
@ gc dice:

Francamente ci sarebbe di meglio...da fare...da leggere...da ricordare

24/07/17 h. 20.27
cg dice:

Va a parlare, non Va ha parlare...

24/07/17 h. 19.50
Cg dice:

Grazie del consiglio

24/07/17 h. 19.35
@Yanez dice:

I più grandi anticomunisti hanno in casa il busto del Duce! Va ha parlare di libertà a Predappio!

24/07/17 h. 17.23
Yanez dice:

una domanda maestro: le parole pace, uguaglianza, progresso e democrazia, cosa c'entrano con Lenin, la rivoluzione d'ottobre, il comunismo sovietico? Invece di far parlare Lenin, non è meglio che provi a soppesare le sue parole?

Esprimi il tuo commento