Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 22.01.2018 ore 13.28
Sei qui: Home | Omicidio di Luzzara, madre: ora voglio morire
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Omicidio di Luzzara, madre: ora voglio morire


"Ho fatto del male e voglio morire". Queste sono le parole che continua a ripetere Antonella Barbieri, da 2 giorni in stato di arresto(qui sotto tratta da una foto su Facebook con il marito Andrea Benatti), 39 anni, ex modella e barista di Viadana, casalinga con trascorsi di problemi psichici, mamma e assassina dei suoi due figli piccoli: uno di 5 anni, Lorenzo Zeus, accoltellato in una zona golenale sperduta di Luzzara (Reggio Emilia), l'altra di 2 anni, Kim, soffocata con un cuscino del letto nella sua casa in aperta campagna, a Suzzara (Mantova).

 
Anche Antonella Barbieri, originaria di Carpi (Modena), ma residente a Suzzara, sposata con Andrea Benatti, ex giocatore di rugby fino alla Nazionale azzurra, ha provato a togliersi la vita piantandosi un coltello in pancia, ma è stata soccorsa e salvata. Da giovedì 7 dicembre, il giorno della tragedia, è piantonata dai carabinieri sdraiata su un letto d'ospedale a Reggio Emilia in stato confusionale e rifiuta le cure dei medici che non sono riusciti a operarla per ridurle la ferita a un polmone che lei stessa si è provocata nel tentativo di togliersi la vita.
 
Mentre dal punto di vista investigativo, le indagini dei carabinieri, che sono coordinate dalle procure di Mantova e Reggio Emilia, potrebbero passare a Mantova per la competenza sul primo omicidio avvenuto in ordine di tempo. E restano tutte da chiarire le cause che hanno portato Antonella Barbieri a compiere un gesto così estremo.

Intanto l'Ausl di Reggio Emilia ha diramato un bollettino sullo stato di salute di Antonella Barbieri: "La Direzione dell'Ausl di Reggio Emilia informa che le condizioni della Signora A.B. sono stazionarie. La paziente, in prognosi riservata, vigile e cosciente, è ricoverata all'Ospedale di Reggio Emilia in terapia semi intensiva, sotto stretto monitoraggio assistenziale e strumentale. Sono state attivate le consulenze specialistiche del caso. Nella mattina di domani, domenica 10 dicembre 2017, verrà diramato un comunicato stampa con il bollettino medico".


Ultimo aggiornamento: 09/12/17

Esprimi il tuo commento