Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Giovedì 19.10.2017 ore 18.30
Sei qui: Home | Nuotatore morto in palestra, il giallo. A Modena aperta un'inchiesta, ci sono più indagati
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Nuotatore morto in palestra, il giallo. A Modena aperta un'inchiesta, ci sono più indagati


Il nuotatore 24enne di Montecchio Mattia Dall'Aglio, morto domenica 6 di agosto, solo, in una palestra dio Modena, era stato una promessa del nuoto azzurro: le sue specialità erano lo stile libero e la rana.

 
Oggi, a 24 anni, laureato e con un lavoro il suo impegno principale non era più lo sport, anche se continuava ad allenarsi con molto impegno. Così domenica scorsa si trovava in palestra, quella accanto alla piscina e alla caserma dei vigili del fuoco, il gruppo per cui era tesserato nella città di Modena.



Nel momento in cui tutto è accaduto, il giovane era da solo e quindi non è possibile ricostruire esattamente gli attimi della tragedia. Lo h trovato a terra un vigile del fuoco che ha provato a rianimarlo, ma ormai era troppo tardi. 
 
Ma per la procura di Modena ci sono ancora molte cose da chiarire in questa vicenda, il capo dell'ufficio Lucia Musti e il sotituto Katia Marino hanno aperto un fascicolo per omicidio colposo e iscritto più persone (delle quali non si conoscono i nomi) nel registro degli indagati.



Per Mattia Dall'Aglio è stata disposta l'autopsia, giovedì, che dovrà dire se sia stato un malore a provocare la morte dello sportivo: subito è stato infatti ipotizzato un problema al cuore, mentre nella caduto il giovane potrebbe avere battuto la testa.Nel primo sopralluogo fatto dalla polizia non sono stati trovati farmaci o altre sostanze sospette.

 
Il giovane era atleta era ancora in attività. Nel 2015 aveva raggiunto l'apice della sua carriera sportiva partecipando con la nazionale italiana alle Universiadi di Gwangju, in Corea del Sud. Negli anni precedenti  si era costantemente migliorato partecipando a diverse finali nazionali nella specialità 100 rana e 100 stile libero. Tanto da salire ai vertici nazionali, sul podio con Magnini e Detti.
 


Ultimo aggiornamento: 29/08/17

Esprimi il tuo commento