Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 21.08.2017 ore 04.32
Sei qui: Home | No a scarcerazione, Riina resta a Parma
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

No a scarcerazione, Riina resta a Parma


Il tribunale di Bologna ha deciso per il rigetto riguardo alla richiesta di differimento della pena ppure della detenzione domiciliare che era stata persentata dalla difesa del boss di mafia Totò Riina, detenuto Parma.

 
I giudici hanno riunito entrambi procedimenti per poi decidere nell'insieme. Totò Riina quindi resta detenuto al 41bis nel reparto riservato ai carcerati dell'ospedale di Parma. Alla richiesta dei legali, motivata da ragioni di salute del boss, si è opposto il procuratore generale di Bologna Ignazio De Francisci.
"Toto' Riina rimane in ospedale ma è una ordinanza ampiamente ricorribile, e come tale sarà oggetto di ricorso", ha invece dichiarato il legale di Toto Riina, avvocato Luca Cianfaroni.


Ultimo aggiornamento: 19/07/17

Esprimi il tuo commento