Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 20.11.2017 ore 20.07
Sei qui: Home | Nevicata sull'Emilia, Bologna imbiancata. Pioggia, neve e vento su tutta la regione
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Nevicata sull'Emilia, Bologna imbiancata. Pioggia, neve e vento su tutta la regione


Prorogata di 24 ore, dalla Protezione Civile dell'Emilia-Romagna, l'allerta meteo per le precipitazioni atmosferiche in regione. L'allerta - si legge in una nota - sarà in vigore dalla mezzanotte del 14 a quella del 15.

 
Nel dettaglio, si legge in una nota, "permane il maltempo per le prime 12 ore della giornata di domani prevalentemente sul settore centro-orientale. Si prevedono generali precipitazioni deboli diffuse in pianura, moderate a carattere nevoso sui rilievi con quota neve intorno a 800 metri".
Inoltre, viene sottolineato, "si prevedono accumuli di neve compresi tra 30 e 50 centimetri sulla montagna romagnola e inferiori a 30 centimetri sulla montagna emiliana centrale e orientale. Venti forti da nord-est sul settore costiero e sul crinale appenninico con raffiche a 62-74 km/h e localmente superiori. Il mare al largo sarà agitato con altezza dell'onda fino a 4 metri". 

Oggi nevicate su tutta la regione.
Un impulso di aria fredda interessa oggi lunedì 13 novembre tutto il territorio dell'Emilia-Romagna: si tratta del primo anticipo dell'inverno. La protezione civile ha emesso un'allerta meteo che riguarda, per 24 ore, tutta la regione.
 

 

 
A partire dalle quote collinari sono previste nevicate intense su tutto l'arco appenninico e preappenninico. La situazione più critica è prevista per la montagna bolognese, per la quale è stata emessa un'allerta rossa e dove si attendono fino a 80 centimetri di neve.

In pianura, invece sono previste precipitazioni diffuse e continue, con possibilità di pioggia mista a neve. Allerta anche per forti venti, calo delle temperature e stato del mare con onde che, a largo, possono arrivare fino a 4 metri.
Intorno alle 10, la neve ha cominciato a cadere, a buon ritmo, anche a Bologna su tutto il territorio della città metropolitana di Bologna. Al momento non si segnalano situazioni di particolare criticità sulle strade provinciali. Sono comunque al lavoro 53 mezzi spazzaneve della Città metropolitana.
Pioggia mista a neve è stata registrata nel Faentino e nel Cesenate e in pianura nel Bolognese. Nevica sulle zone collinari e appenniniche della regione. Nevica sulla E45 e in alcuni tratti dell'Autostrada del Sole tra Bologna e Fiorenze. Vento forte sul Ferrarese e Ravennate. A Ravenna, per il vento che sta superando i 40 nodi, è stato sospeso il traghetto tra Marina di Ravenna e Porto Corsini.
 
Disagi in strada in montagna. A causa delle avverse condizioni atmosferiche, spiega l'Anas in una nota sulla strada statale 12 'Dell'Abetone e del Brennero' il traffico è bloccato in entrambe le direzioni tra il fra le località di Pavullo e Serramazzoni, in provincia di Modena, a causa di un mezzo pesante finito fuori strada. Sul posto, sono presenti il personale Anas e della Polizia Stradale per ripristinare al più presto la normale circolazione.



Nevica su tutto il territorio della città metropolitana di Bologna. Al momento non si segnalano situazioni di particolare criticità sulle strade provinciali. Sono comunque al lavoro 53 mezzi spazzaneve della Città metropolitana: 8 nell'area A della pianura e montagna orientale (comuni di Castel del Rio, Casalfiumanese, Fontanelice, Castel San Pietro, Imola e Castel Guelfo), 15 mezzi nell'area B della montagna orientale, dai 200 metri in su (comuni di Loiano, Monghidoro, Monterenzio, San Benedetto Val di Sambro, Monzuno, Castiglione dei Pepoli, Pianoro e Sasso Marconi), 28 spazzaneve nell'area C della montagna occidentale, dai 600 metri in su (comuni di Gaggio Montano, Alto Reno Terme, Lizzano, Vergato, Castel d'Aiano, Camugnano, Castel di Casio), infine 2 mezzi nell'area D della pianura e montagna occidentale (comune di Monte San Pietro). 

 
In generale la criticità maggiore riguarda gli alberi che non hanno ancora perso le foglie e quindi si appesantiscono con la neve. Il personale della Città metropolitana delle zone interessate è impegnato a monitorare la situazione e ad intervenire nei casi critici.
 
L'obbligo per gli utenti della strada di "equipaggiare i propri veicoli con gli opportuni mezzi antisdrucciolevoli (catene) o gli speciali pneumatici da neve al fine di non costituire pericolo o intralcio per la circolazione" scatterà come ogni anno il 15 novembre (fino al 15 aprile 2018). Vista l'attuale situazione meteorologica si consiglia comunque la massima prudenza sulle strade e di avere già da oggi la dotazione di catene a bordo o montate in caso di neve o ghiaccio in strada, qualora sul veicolo non siano già montati gli pneumatici invernali. 

 
Per il periodo invernale si ricorda inoltre che, per una maggiore sicurezza sulle strade, è necessario circolare con particolare prudenza e a velocità moderata, avendo riguardo alle caratteristiche e alle condizioni della strada, del traffico e alle zone tipicamente più soggette a fenomeni di ghiacciamento, come i ponti, i tratti in ombra e le zone più umide. È importante una costante e precisa manutenzione dei veicoli con specifico riguardo allo stato di efficienza degli pneumatici.
La mancata osservanza di queste disposizioni provoca il frequente verificarsi di blocchi stradali del traffico causati spesso da singoli mezzi che, non adeguatamente equipaggiati o in precario stato manutentivo, si trovano in difficoltà o si bloccano sulla strada rallentando le attività di sgombro neve e  spargimento di materiali antigelo e ostacolando i soccorsi.
 
Per garantire le dovute condizioni di sicurezza per la circolazione stradale, in ottemperanza a quanto disposto dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti con la "Direttiva sulla circolazione stradale in periodo invernale e in caso di emergenza neve", l'Area servizi territoriali metropolitani istituisce quindi:
 
l'obbligo di circolazione con pneumatici da neve o catene a bordo 
per tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli, 
dal 15 novembre 2017 fino al 15 aprile 2018 per tutti i veicoli che percorrono i tratti extraurbani di alcune strade provinciali.

 
I ciclomotori a due ruote e i motocicli possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.
 
In caso di neve o ghiaccio in strada, si dispone altresì l'obbligo di circolare con i dispositivi antisdrucciolevoli montati, qualora sul veicolo non siano già montati gli pneumatici invernali.
 
L'obbligo vale per le tratte extraurbane delle seguenti strade provinciali:
– SP 7 "Valle dell'Idice" tutta la strada;
– SP 8 "Castiglione-Baragazza-Campallorzo" tutta la strada;
– SP 14 "Valsanterno" tutta la strada;
– SP 15 "Bordona" tutta la strada;
– SP 17 "Casalfiumanese" tutta la strada;
– SP 21 "Val Sillaro" tutta la strada;
– SP 22 "Valle dell'Idice" tutta la strada;
– SP 23 "Ponte Verzuno- Suviana" tutta la strada;
– SP 24 "Grizzana" tutta la strada;
– SP 25 "Vergato-Zocca" tutta la strada;
– SP 26 "Valle del Lavino" tutta la strada;
– SP 27 "Valle del Samoggia" tutta la strada;
– SP 33 "Casolana" tutta la strada;
– SP 34 "Gesso" tutta la strada;
– SP 35 "Sassonero" tutta la strada;
– SP 36 "Val di Zena" tutta la strada;
– SP 37 "Ganzole" tutta la strada;
– SP 38 "Monzuno-Rioveggio" tutta la strada;
– SP 39 "Trasserra"' tutta la strada;
– SP 40 "Passo Zanchetto-Porretta Terme" tutta la strada;
– SP 43 "Badi-Rio Confini" tutta la strada;
– SP 52 "Porretta – Castel di Casio" tutta la strada;
– SP 55/1 "Case Forlai – primo tronco" tutta la strada;
– SP 55/2 "Case Forlai – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 56 "Dozza" tutta la strada;
– SP 57 "Madolma" tutta la strada;
– SP 58 "Pieve del Pino" tutta la strada;
– SP 59 "Monzuno" tutta la strada;
– SP 60 "S. Benedetto Val di Sambro" tutta la strada;
– SP 61 "Val di Sambro" tutta la strada;
– SP 62/1 "Riola – Camugnano – Castiglione primo tronco" tutta la strada;
– SP 62/2 "Riola – Camugnano – Castiglione primo tronco" tutta la strada;
– SP 63 "Bivio Lizzo – Castel di Casio" tutta la strada;
– SP 64 "Granaglione – SS 64" tutta la strada;
– SP 65 "Futa" tutta la strada;
– SP 66 "Querciola- Confine Modenese" tutta la strada;
– SP 67 "Marano – Canevaccia" tutta la strada;
– SP 68 "Val d'Aneva" tutta la strada;
– SP 69 "Pian di Venola – Cà Bortolani" tutta la strada;
– SP 70/1 "Valle Torrente Ghiaie – primo tronco" tutta la strada;
– SP 70/2 "Valle Torrente Ghiaie – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 71/1 "Cavone – primo tronco" tutta la strada;
– SP 71/2 "Cavone – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 72 "Campolo – Serra dei Galli" tutta la strada;
– SP 73 "Stanco" tutta la strada;
– SP 74 "Mongardino" tutta la strada;
– SP 75 "Montemaggiore" tutta la strada;
– SP 76 "Stiore" dal km tutta la strada;
– SP 77 "Guiglia" dal km tutta la strada;
– SP 78/1 "Castelfranco-Monteveglio – primo tronco" tutta la strada;
– SP 78/2 "Castelfranco-Monteveglio – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 79 "Pian di Balestra" tutta la strada;
– SP 81 "Campeggio" tutta la strada;
– SP 82 "Gaggio Masera" tutta la strada;
– SP 85 "Fondovalle Savena" dal Km 0+000 al km 8+307 (fine competenza), compreso il Ponte delle Oche;
– SP 324 "Passo delle Radici" tutta la strada;
– SP 325 "Val di Setta e Val di Bisenzio" tutta la strada;
– SP 569 "Di Vignola" tutta la strada;
– SP 610 "Selice o Montanara Imolese" dal km 34+000 al km 62+626;
– SP 623 "Passo Brasa" tutta la strada;
– SP 632 "Traversa di Pracchia" tutta la strada.
 
Le categorie degli pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio sono quelli omologati secondo la Direttiva 92/23/CEE del Consiglio della Comunità Europea e successive modifiche, ovvero il corrispondente regolamento UNECE, muniti del previsto marchio di omologazione (contraddistinti con le sigle del tipo M+S, M.S., M&S, riportate sul fianco del pneumatico).


Spargisale e spazzaneve al lavoro. Tutti i mezzi spartineve della Provincia sono al lavoro sulle strade provinciali dell'Appennino. Sta nevicando dalle prime ore del mattino di lunedì 13 novembre a partire dalle quote più basse, dove sono scesi circa 20 centimetri di neve, fino alle zone del crinale dove le neve ha superato i 30 centimetri. 


 
Tutte le strade provinciali sono percorribili, con catene o gomme da neve; il problema principale è dovuto alla caduta di rami  o per gli alberi che si piegano pericolosamente sulla sede stradale, a causa della pesantezza delle neve. 


 
Le ditte incaricate della Provincia, insieme agli operatori provinciali, hanno effettuato finora diversi interventi sulle alberature cadute in particolare sulla provinciale 28 a Vitriola di Montefiorino, sulla provinciali 28 da Lama Mocogno a Palagano e sulla provinciale 24 da Savoniero a Volta di Saltino, sempre a Palagano, sulla provinciale 26 a Samone di Zocca e sulla provinciale 623 da Zocca al confine bolognese.
I tecnici del servizio provinciale Viabilità raccomandano prudenza. 


 
In Appennino la Provincia dispone di 67 mezzi spartineve e 15 spargisale. A questi si aggiungono due turbine di proprietà della Provincia utilizzate in genere per tenere aperte le strade provinciali sul crinale nella zona di Frassinoro in particolare al passo delle Radici.
 


Ultimo aggiornamento: 13/11/17

Esprimi il tuo commento