Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 23.08.2017 ore 08.17
Sei qui: Home | Morto Luciano Guerzoni, figura storica del Pci
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Morto Luciano Guerzoni, figura storica del Pci


E' morto nella serata di giovedì Luciano Guerzoni all'età di 82 anni.



Era nato a Modena nel 1935 e, dopo avere lavorato da operaio in alcune fabbriche della sua città, ha iniziato a fare politica nelle fila del Partico comunista. Prima è stato eletto consigliere comunale, poi consigliere regionale e infine dal 1987 al 1990 è stato presidente della Regione Emilia Romagna.
Terminata quell'esperienza di governo, fu eletto nelle fila del Pds a Palazzo Madama e fu confermato senatore per quattro legislature. Negli ultimi tempi aveva profuso il suo impegno nell'Anpi, associazione della quale è stato vicepresidente nazionale vicario.

Numerosi i messaggi di cordoglio per la scomparsa dell'ex presidente della Regione, senatore Luciano Guerzoni.

Presidente Emilia-Romagna. “Provo un grande dolore. È una perdita enorme, per la sua famiglia, per me, per tutti quelli che hanno avuto modo di conoscerlo. Per la sua Modena, e per l’Emilia-Romagna intera, di cui è stato presidente”.
Così Stefano Bonaccini, presidente della Regione, ricorda Luciano Guerzoni. Una vita, la sua, “dedicata all’impegno politico, senza mai tirarsi indietro, senza mai risparmiarsi”: l’adesione, sin da giovane, al Partito comunista italiano, l’elezione a consigliere comunale, poi regionale, fino a diventare, dal 1987 al 1990, presidente di questa Regione.
Nel 1992 si candidò al Senato della Repubblica con il Partito democratico della sinistra, e dopo essere stato eletto, divenne vice-capogruppo del Pds.
“Per quelli della mia generazione- prosegue Bonaccini-, quando abbiamo mosso i primi passi in politica, è stato un punto di riferimento. Era una persona solida, generosa, disponibile. Luciano era sempre attento ai bisogni, alle richieste del territorio. Aveva ben chiara la sua missione- sottolinea Bonaccini-, e in questo modo ha vissuto fino in fondo il suo ruolo di rappresentante delle istituzioni”.
Infine, “Luciano Guerzoni era un figlio del Novecento: aveva visto la seconda guerra mondiale, la barbarie del fascismo e del nazismo. Per questo-conclude Bonaccini- si era messo a disposizione dell’Anpi, di cui era diventato vice presidente nazionale. Non dimenticava mai quel passato angoscioso che pendeva minaccioso sul nostro futuro, non si stancava di ripeterlo. E ci esortava a vigilare, perché nulla è scontato, né pace, né democrazia”.
 
Sindaco di Modena. "La notizia della morte del senatore Luciano Guerzoni mi ha molto addolorato. Sono vicino ai famigliari, ed esprimo loro le mie condoglianze personali e quelle di tutta la Città di Modena". Così il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha espresso cordoglio per la morte dell'ex presidente della Regione e senatore Luciano Guerzoni, vicepresidente nazionale vicario dell'associazione partigiana Anpi. "Ha vissuto per il partito e le istituzioni – ha aggiunto il sindaco - con un impegno costante e incessante per la comunità modenese e regionale, la democrazia, e contro l'affacciarsi di vecchi e nuovi fascismi. Il suo percorso politico e istituzionale l'ha reso parte importante della storia della sinistra italiana e di tutto il nostro territorio".
 
Luciano Guerzoni, era nato a Modena il 28 luglio 1935. Lavorò come operaio per pagarsi gli studi universitari, divenne poi direttore di produzione, aderendo fin da giovane al Pci, dove cominciò ad assumere ruoli direttivi e crescenti responsabilità politiche. Fu consigliere comunale a Modena, nel 1978 consigliere regionale e, dal 1987 al 1990, presidente della Regione Emilia – Romagna. Prima con il Pds, dal 1992, poi con i Ds dal 2001, è stato eletto eletto senatore per quattro legislature fino al 2006. Nel 2007 aveva aderito al Pd.
 
Cordoglio è stato espresso anche dalla Presidente del Consiglio comunale di Modena Francesca Maletti.
 
Sindaco di Bologna. Il sindaco Virgino Merola, a nome di Comune e Città metropolitana di Bologna, esprime le più sentite condoglianze alla famiglia di Luciano Guerzoni, morto ieri sera a Modena all'età di 82 anni.
"Guerzoni ha dedicato la sua vita all'impegno politico e il suo è stato un contributo prezioso - lo ricorda il sindaco metropolitano Virginio Merola - per le Istituzioni del nostro paese. Come presidente della Regione prima e come parlamentare poi, ha sempre posto grande attenzione ai valori della solidarietà, della giustizia, della laicità e del pluralismo. Voglio poi ricordare che come vicepresidente dell'Anpi in quest'ultima parte della sua vita ha continuato la sua attività con grande generosità a favore della democrazia e per l'antifascismo".
 
Parlamentari Pd. Il cordoglio dei parlamentari modenesi del Pd Davide Baruffi, Manuela Ghizzoni, Edoardo Patriarca, Giuditta Pini, Matteo Richetti e Stefano Vaccari per la scomparsa del senatore Luciano Guerzoni: “Per tutti noi Luciano Guerzoni è stato un esempio di politico e amministratore integerrimo, molto legato e attento alle esigenze del territorio, sempre informato e interessato a conoscere quanto accadeva nelle nostre comunità. La sua lunga carriera, nel partito, nelle amministrazioni e nell’associazionismo - prima in Comune, poi in Regione, in Parlamento e, infine, nell’Anpi - testimonia della passione politica e dell’impegno che hanno contrassegnato il lavoro di una vita. Sono tanti i progetti che portano la sua firma, l’ultimissimo in ordine di tempo è quello a cui aveva dato impulso come vice presidente nazionale dell’Anpi, l’informatizzazione di tutti i fascicoli del Fondo Partigiani presso l'archivio Centrale dello Stato. Un progetto da portare a termine, in Sua memoria”.
 
La CGIL di Modena, nel porgere le condoglianze ai familiari, si unisce al cordoglio per la scomparsa del Senatore Luciano Guerzoni. Figura di spicco nella vita politica modenese e nazionale, Luciano è sempre stato a fianco delle nostre battaglie, nella lotta per difendere ed accrescere i diritti dei lavoratori. La CGIL di Modena sarà presente lunedì ai funerali con una propria delegazione.
 
Pd modenese. Il cordoglio del segretario provinciale del Pd Lucia Bursi: “Desidero esprimere, a nome mio e di tutto il partito, profondo cordoglio per la scomparsa del senatore Luciano Guerzoni, politico e amministratore che ha contrassegnato con il suo impegno e il suo lavoro la storia locale e nazionale della sinistra modenese dal dopoguerra a oggi. Nonostante gli incarichi che, per anni, lo hanno portato fuori da Modena – prima a Bologna come presidente della Regione e poi a Roma come parlamentare per quattro legislature – ha sempre curato con certosina attenzione il rapporto con il territorio: tutti coloro che avevano bisogno di parlare con lui sapevano di poterlo trovare, almeno un giorno a settimana, nel suo ufficio in Federazione. Sentite condoglianze alla famiglia. La camera ardente a Terracielo Funeral Home sarà aperta da oggi pomeriggio alle ore 15.00, i funerali si terranno lunedì 14 agosto alle ore 10.00”.
 
Il deputato Pd Andrea De Maria: "È con grande dolore che ho appreso la notizia della scomparsa di Luciano Guerzoni. Autorevole uomo delle istituzioni, dirigente politico di grandissimo  valore, riformista ed esponente di primo piano della tradizione della Sinistra di governo, fedele per tutta la vita agli ideali di libertà e democrazia a cui ha dedicato il suo impegno e la sua intelligenza.
Negli ultimi anni della sua vita, fino ad oggi, è stato Vicepresidente Nazionale dell' Anpi e con lui abbiamo lavorato, pochi mesi fa, alla mozione parlamentare sugli eccidi nazifascisti in Italia. Ricordo la sua grande competenza e lucidità politica, il senso delle istituzioni e la grande determinazione che ho avuto modo ancora una volta di toccare con mano in quella occasione così recente. Oggi piango la scomparsa di un compagno e di un amico e il venir meno di un riferimento di grandissimo valore".
 
Presidente Assise Regione. "La scomparsa di Luciano Guerzoni è motivo di dolore per tutti noi". Inizia così il ricordo di Simonetta Saliera, presidente dell'Assemblea legislativa, per la morte dell'ex presidente della Regione prima e dell'Assemblea poi. Un uomo che ha dedicato la sua intera vita alla politica nata all'interno del Pci modenese, di cui divenne anche segretario, proseguita tra i banchi del Pds, poi diventati Ds, e terminata nel Partito democratico. "Ha rappresentato- rimarca Saliera- una delle figure più fulgide di quella generazione di donne e di uomini che hanno edificato e difeso la Repubblica democratica nata dalla Resistenza e costruito il sistema di decentramento regionale. Lo ha fatto con coerenza e rettitudine fino alla fine dei suoi giorni, intensificando la sua attività nell'Anpi di cui era vicepresidente nazionale. Per Guerzoni parla la sua biografia: operaio, dirigente politico della sinistra italiana dal Pci al Pd, amministratore pubblico di provata onestà e capacità, Parlamentare regionale e nazionale con importanti incarichi come la presidenza della giunta regionale prima e del Consiglio regionale poi, ha sempre servito le istituzioni con disciplina e onore, con coerenza e passione civile". E' morto la sera di giovedì 10 agosto, stroncato da una malattia. "Ai suoi cari- prosegue la presidente dell'Assemblea- a quanti l'hanno conosciuto e insieme a lui affrontato tante battaglie vanno le nostre più sentite condoglianze e la certezza che l'Emilia-Romagna non dimenticherà mai il grande contributo di pensiero, azione ed esempio che Luciano Guerzoni ci ha donato nella sua lunga militanza politica e istituzionale".
 
Confesercenti Modena, per voce del Direttore generale e del Presidente dell'Associazione imprenditoriale esprime il proprio cordoglio per la scomparsa del Senatore modenese Luciano Guerzoni, manifestando le proprie condoglianze e vicinanza ai famigliari.


Ultimo aggiornamento: 11/08/17

Esprimi il tuo commento