Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 25.04.2018 ore 14.43
Sei qui: Home | Modena, profughi al lavoro sulle strade
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Modena, profughi al lavoro sulle strade


Si sono occupati dell'allestimento, del presidio degli incroci e della predisposizione delle attività all'interno del parco. Sono i 16 stranieri richiedenti protezione internazionale che nella giornata di domenica 8 aprile, insieme ai volontari del Quartiere 4 e coordinati dal Centro stranieri del Comune di Modena, hanno contribuito al buon esito di "In bici con la 4".
 
La manifestazione che si è svolta a parco Ferrari ha visto complessivamente un migliaio di partecipanti; anche quest'anno sono state premiate le scuole che hanno portato un maggior numero di presenze:  innanzitutto la secondaria di primo grado Guidotti, a seguire le primarie Galilei e quelle San Geminiano di Cognento.
 
Per tutta la giornata i giovani stranieri ospitati nei progetti di accoglienza gestiti a Modena da Caleidos, Papa Giovanni XXIII, Pobic Emergency Transport, comunità l'Angolo, Associazione Porta Aperta e Sprar, hanno collaborato alla realizzazione dell'iniziativa guadagnandosi al termine l'applauso di centinaia di partecipanti e i ringraziamenti dell'assessora Irene Guadagnini.
 
L'attività s'inserisce nell'ambito delle iniziative promosse da varie associazioni di volontariato insieme all'assessorato al Welfare e rientra nell'accordo sul volontariato dei richiedenti asilo che il Comune di Modena ha sottoscritto con Prefettura, Diocesi, Terzo settore e Csv.
 
Nei giorni scorsi un gruppo di richiedenti protezione internazionale si è occupato anche della pulizia dell'area intorno allo studentato di via delle Costellazioni dove sono accolti molti di loro.
 
Oggi lunedì 9 aprile è iniziata inoltre l'attività di presidio del semaforo di viale Italia per agevolare l'attraversamento in sicurezza dei ragazzi che si recano nei plessi scolastici: una richiesta giunta proprio da un gruppo di genitori della zona.
 
Inizialmente per due giorni a settimana, ma si valuterà presto se estendere l'iniziativa, quattro giovani richiedenti protezione internazionale ospitati nello studentato nell'ambito dei progetti di accoglienza di Caleidos e l'Angolo, saranno presenti dalle 7.30 alle 8.30 al semaforo per presidiare l'attraversamento pedonale coordinati dai volontari del Quartiere 4 e dal Centro stranieri.


Ultimo aggiornamento: 09/04/18

Esprimi il tuo commento