Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 22.01.2018 ore 13.30
Sei qui: Home | Modena, manifestano contro ius soli: arresti e denunce
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Modena, manifestano contro ius soli: arresti e denunce


La manifesazione dell'estrema destra a Modena, presenti Forza Nuova e Veneto Fronte Skinhead, si è conclusa con un amaro bilancio: un arresto, tre denunciati, una condanna a sei mesi di reclusione (con pena sospesa) e due fogli di via dalla città per tre anni.

 
E' stato dunque un venerdì sera ad alta tensione quello che ha visto due comitati cittadini dare luogo a una manifestazione contro lo ius soli, iniziativa alla quale però hanno partecipato anch Forza Nuova e Fronte Skinhead.Prima gli scoppi di bombe carta e lanci di petardi, vetri e cocci in terra, urla e infine le cariche della polizia.
 
Dal sindaco di Modena condanna senza appello. "Ferma condanna, senza alcun appello, per gli scontri provocati ieri sera dai cosiddetti 'antagonisti' al presidio che si è svolto in città".
 
È quella che arriva dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli all'indomani degli scontri che si sono verificati in centro storico nella serata di ieri, venerdì 15 dicembre durante lo svolgimento della manifestazione organizzata da alcune associazioni contro lo Ius Soli.
 
"Modena non merita e respinge le invasioni nazifasciste – afferma il sindaco – e non può nemmeno accettare le agitazioni provocatorie di gruppi che colgono ogni occasione e pretesto per dar sfogo alla loro voglia di protagonismo, fuori da ogni regola di pacifica e ordinata convivenza. Noi siamo in prima linea contro le risorgenze fasciste e naziste, ma la lotta al nazifascismo non si fa copiandone i metodi violenti. L'antifascismo – prosegue – non si fa combattendo le istituzioni democratiche che sono nate proprio dalla Resistenza e insultando e aggredendo i loro rappresentanti, in questo caso uomini e donne che fanno il loro dovere per la sicurezza e la libertà di tutti".
 
Muzzarelli lancia quindi un sentito ringraziamento "ai Poliziotti, ai Carabinieri e agli operatori di Polizia Municipale che hanno presidiato con coraggio e professionalità la città evitando che le violenze gratuite di alcuni facinorosi si trasformassero in più gravi e diffusi disordini. E – ha concluso – grazie anche a chi, manifestando pacificamente, ha mostrato ancora una volta l'anima libera, democratica, antifascista della nostra città". 
 


Ultimo aggiornamento: 16/12/17

Esprimi il tuo commento