Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 21.01.2018 ore 13.30
Sei qui: Home | Modena, botti vietati in centro a capodanno
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Modena, botti vietati in centro a capodanno


A Capodanno in tutto il centro storico è vietato far esplodere petardi, articoli pirotecnici o fuochi d'artificio di qualunque genere, ad eccezione di quelli ad esclusivo effetto luminoso.



In caso di assembramento spontaneo di persone, il divieto interessa anche il resto del territorio cittadino dove, in ogni caso, lo scoppio dei petardi non deve produrre disturbo, danno o molestia a persone o animali, né conseguenze di qualsiasi genere sugli spazi pubblici. Le limitazioni saranno in vigore per due giorni, dalla mezzanotte del 30 dicembre 2017 alla mezzanotte dell'1 gennaio 2018.
 
Lo stabilisce l'ordinanza in materia di sicurezza urbana, urgente e contingibile, del Comune di Modena, per contrastare i rischi derivanti dall'uso di giochi pirici nel corso di manifestazioni autorizzate e assembramenti spontanei in concomitanza con i festeggiamenti per il nuovo anno. L'ordinanza impegna anche i proprietari di animali d'affezione a vigilare e attivarsi affinché il disagio determinato dagli scoppi non porti gli animali alla fuga esponendoli al rischio di smarrimento o investimento.
 
Nello stesso perimetro del centro, circoscritto da viale Vittorio Veneto, viale Molza, viale Monte Kosica, viale Crispi, piazzale Natale Bruni, viale Caduti in Guerra, viale Rimembranze, piazzale Risorgimento, dalle 18 del 31 dicembre alle 12 dell'1 gennaio è inoltre vietato vendere per asporto e somministrazione bevande in contenitori di vetro o lattine, come stabilisce una seconda ordinanza firmata dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli.
 
Esercenti di pubblici esercizi, esercizi commerciali, attività di commercio su area pubblica, attività artigianali del settore alimentare, circoli e altri punti di ristoro situati in centro dovranno quindi sostituire la vendita in contenitori di vetro con quelli di altro materiale ammesso dalla normativa sanitaria, ad esclusione della somministrazione al tavolo durante il pasto, che potrà invece avvenire tramite contenitori di vetro.
 
Il provvedimento, che estende e integra quanto previsto in materia dal Regolamento di Polizia Urbana, è dettato da motivi di ordine e sicurezza pubblica, a tutela della pubblica incolumità e per prevenire possibili episodi di vandalismo e di violenza, considerando che l'utilizzo di contenitori in vetro può rivelarsi fonte di pericolo, soprattutto dove vi è concentrazione di pubblico, come la notte di S. Silvestro in centro. Le violazioni andranno incontro alla sanzione prevista dall'art. 42 del Regolamento di Polizia Urbana (154 euro).
 
Salvaguardare la pubblica incolumità e la sicurezza urbana, prevenendo comportamenti che possono arrecare danni o disagio a persone e animali, soprattutto in situazioni di affollamento, è anche l'obiettivo del provvedimento che vieta l'uso di articoli pirotecnici e fuochi d'artificio in centro, salvo quanto espressamente autorizzato dall'autorità di Pubblica sicurezza e dall'Amministrazione comunale. Per i trasgressori è prevista una sanzione amministrativa da 75 a 450 euro, oltre alla confisca dei materiali esplosivi. L'ordinanza integra le disposizioni già contenute all'articolo 8 del Regolamento di Polizia urbana (che vieta sempre e comunque di eseguire giochi, tra cui lo scoppio di petardi, che possano creare disturbo alla viabilità, danno o molestia alle persone o animali o deteriorare immobili o cose) e che si prevede di integrare ulteriormente con le prossime modifiche al Regolamento, il cui iter in commissione consiliare è già iniziato.
 
Sul rispetto delle ordinanze, come del Regolamento, vigila la Polizia municipale che, come ogni anno, sarà dispiegata per garantire il corretto svolgimento dei festeggiamenti concentrati soprattutto in centro storico, ma per evitare comportamenti scorretti dannosi per la collettività, l'Amministrazione fa innanzitutto appello al senso di responsabilità individuale e alla sensibilità collettiva.
 
La Municipale, inoltre, è già al lavoro per contrastare l'eventuale immissione sul mercato di petardi ed altri giochi pirici che non dovessero rispettare gli standard costruttivi, particolarmente rigorosi, da parte dei produttori e degli esercenti, e, conseguentemente, scoraggiare anche l'immissione e la vendita illegale di prodotti contraffatti.
 
Luci e colori, canzoni e dj, musica dal vivo e baci e abbracci a mezzanotte, in ossequio al titolo della tradizionale festa di Capodanno a Modena, che il prossimo 31 dicembre si svolge nello scenario di piazza Roma dominata da Palazzo Ducale.
 
In piazza con Silvia Mezzanotte. Ad accompagnare i modenesi nel passaggio dal 2017 al 2018 sarà l'incantevole voce di una artista che per l'occasione "giocherà in casa": Silvia Mezzanotte. La vocalist italiana si esibirà dal vivo sul palco collocato sul lato della piazza dove c'è il monumento a Ciro Menotti, insieme con la sua band formata da Riccardo Cherubini alla chitarra; Lino De Rosa al basso; Claudio del Signore alla batteria e Michele Scarabattoli alla tastiera.
 
"Baci e abbracci a mezzanotte 2018", la festa pubblica di Capodanno a Modena, è stata presentata giovedì 21 dicembre a Palazzo Comunale di Modena da Gianpietro Cavazza, vicesindaco e assessore alla Cultura, con Alessandro Pasetti di Made eventi che organizza lo spettacolo con Riccardo Benini, del Circolo Montecristo, e Silvia Mezzanotte, regina della notte modenese degli auguri.
 
"Sarà una festa per tutti, famiglie, giovani e meno giovani, all'insegna della musica e dello stare bene insieme in un luogo bellissimo della città in cui la comunità si ritrova in un momento simbolico per augurarsi il buon anno", ha detto Gianpietro Cavazza. "Sarà per me un capodanno speciale – ha detto Silvia Mezzanotte - circondata dall'affetto di Modena, città che mi ha vista nascere e crescere artisticamente, e dei tanti amici che decideranno di raggiungerci per iniziare l'anno nuovo tra divertimento, musica ed emozione!" Silvia ha di recente avuto un momento di grande popolarità televisiva con la partecipazione tra i finalisti alla fortunata trasmissione di Rai Uno "Tale e quale show" condotta da Carlo Conti in prima serata il venerdì sera.
 
Sarà lei a festeggiare l'anno nuovo con i suoi fan modenesi e con tutti coloro che apprezzano la buona musica e le qualità di un'ottima interprete.
 
La "scaletta" dello spettacolo modenese di Capodanno, come di consueto a partecipazione libera e gratuita per tutti, prevede l'accesso in piazza Roma con contapersone elettronico alle 19 circa da via Farini, secondo le misure di sicurezza che saranno prese come previsto dalle attuali disposizioni normative.
 
Alle 21.30 inizia un programma con dj e animatori impegnati a incominciare a scaldare la piazza a ritmo di musica per chi sceglie di arrivare in anticipo.
 
Alle 22 circa inizia il concerto live di Silvia Mezzanotte con i suoi musicisti, nel quale l'artista ripercorrerà i successi più noti e importanti della sua carriera a partire da "Messaggio d'amore" brano con cui ha trionfato a Sanremo insieme ai Matia Bazar. Silvia si esibirà poi in una serie di altre hit sue e in grandi successi popolari della musica italiana e internazionale particolarmente adatti per una serata di festa in piazza per salutare l'anno nuovo.
 
Alle 23.30 lo show lascerà spazio ad animazione e musica con dj set a cura di Roberto Stoppa, Dj storico del panorama musicale Italiano, che comincerà ad accompagnare la piazza verso il momento del brindisi, preannunciato 10 minuti prima dello scoccare della mezzanotte da un medley musicale di Capodanno, con brani scelti per essere cantati tutti insieme con il pubblico presente. Sul palco con Silvia e i musicisti anche il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli che, dopo il countdown degli animatori, stapperà la rituale bottiglia e farà gli auguri a Modena e ai modenesi per il 2018.
 
Il pubblico alle 24 sarà invitato a partecipare a un grande abbraccio collettivo e a scambi di auguri. Radio Stella, radio partner dell'evento, a partire da questi giorni va in onda con un gioco radiofonico per scegliere quattro coppie che saranno chiamate sul palco per i "baci e abbracci a mezzanotte" che danno il titolo alla serata.
 
Dopo la mezzanotte, avrà inizio un grande spettacolo di luci con proiezioni e illuminotecnica, oltre a fuochi piroteatrali (cioè senza razzi e botti, ma con spettacolari fontane di luci a terra e girandole luminose multicolore a tempo di musica). Mezz'ora dopo l'ingresso nell'anno nuovo la festa pubblica proseguirà con dj set e balli fino alle 2 della prima mattina del 2018.
 
Il progetto del Capodanno in piazza, promosso da Comune e Fondazione Cassa di risparmio di Modena con sostegno anche di Gruppo Hera, sarà realizzato da Made Eventi di Ferrara in collaborazione col Circolo culturale Montecristo di Modena, che hanno partecipato all'avviso pubblico del Comune che stanziava un budget di 80mila euro lordi per l'organizzazione totale dell'evento. L'agenzia diretta da Alessandro Pasetti e il circolo presieduto da Riccardo Benini hanno già organizzato in partnership con successo il "Modena 29 settembre" 2016 in piazza Roma, con Maurizio Vandelli.


Ultimo aggiornamento: 28/12/17

Esprimi il tuo commento