Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 15.12.2017 ore 05.32
Sei qui: Home | Meningite, morto 17enne a Imola. Era in rianimazione da venerdì
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Meningite, morto 17enne a Imola. Era in rianimazione da venerdì


E' morto all'ospedale di Imola, dove era ricoverato in prognosi riservata, il ragazzo di 17 anni colpito da meningite batterica.



Il ragazzo era stato ricoverato in rianimazione venerdì scorso, in gravi condizioni.
L'azienda Ausl ha poi reso noto che tutti "i protocolli di prevenzione sono stati attivati". E che "sono state individuate le persone venute in contatto diretto con il ragazzo" praticando la "profilassi antibiotica per abbattere il rischio, molto basso, di contrarre la malattia". 
Il meningococco ha aggiunto l'Ausl è "un batterio che si trasmette attraverso la saliva o il muco emessi parlando, tossendo o starnutendo". Per questo la profilassi "è raccomandata, per precauzione, solo per chi ha avuto contatti ravvicinati con il soggetto infetto nei 10 giorni precedenti all'esordio dei sintomi". Le persone in questione devono quindi "stare attente a sintomi come febbre alta, cefalea intensa, vomito, rigidità nucale, agitazione e poi torpore".
 


Ultimo aggiornamento: 21/11/17

Esprimi il tuo commento