Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Martedì 27.06.2017 ore 21.13
Sei qui: Home | L'Emilia di Orlando punta al congresso. Nel Pd si delineano le correnti
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

L'Emilia di Orlando punta al congresso. Nel Pd si delineano le correnti


Proseguono le manovre all'interno del Partito democratico prima del congresso fissato alla data del 30 aprile prossimo. Per ora vi sono tre candidati: il segretario dimissionario Matteo Renzi, il ministro della giustizia Andrea Orlando e il governatore Michele Emiliano.

 
Il ministro della giustizia, che appare oggi come lo sfidante più accreditato di Matteo Renzi, nei giorni scorsi ha lanciato la corsa alla segreteria del Pd partendo dalla Bassa reggiana, dal comune di Fabbrico.
E Orlando ha già fatto proseliti in Emilia. Così, nel Reggiano, sono già figure ritenute vicino al guardasigilli il parlamentare Maino Marchi e con lui la consigliera regionale Roberta Mori. Simpatizzano poi per il ministro anche una pattuglia di primi cittadini della Bassa reggiana, mentre mantiene una posizione di massimo equilibrio Andrea Costa, sindaco di Luzzara, e segretario provinciale del Pd.



Nello scacchiere emiliano anche il sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli viene accostato alla corrente del ministro. E con lui si fanno i nomi di Luciana Serri e Luca Sabatini. A Bologna si parla invece del possibile sostegno del sindaco Virginio Merola e del segretario Francesco Critelli. Mentre una pattuglia di consiglieri regionali avrebbe già deciso da che parte stare. Si tratta di Simonetta Saliera, Stefano Caliandro, Antonio Mummolo, Francesca Marchetti, Roberto Poli.



 
 


Ultimo aggiornamento: 02/03/17

Esprimi il tuo commento