Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 16.07.2018 ore 14.46
Sei qui: Home | Imola va al M5S, a Salso il Pd tiene. Ballottaggi: la Lega sfonda in Toscana
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Imola va al M5S, a Salso il Pd tiene. Ballottaggi: la Lega sfonda in Toscana


Imola ai Cinquestelle. Il Movimento 5 Stelle espugna Imola: Manuela Sangiorgi ha vinto il ballottaggio ed è il nuovo sindaco della città. Il Pd, che candidava Carmen Cappello, ha perso una delle sue roccheforti più solide e simboliche dell'Emilia-Romagna, basti pensare che era la prima volta che si andava al ballottaggio per la scelta del sindaco. Fin qui, il centrosinistra ce l'aveva sempre fatta al primo turno. La Sangiorgi ha vinto con il 55,4% dei voti.

  
Vittoria di strettissima misura per il Pd, invece, a Salsomaggiore, dove il sindaco uscente Filippo Fritelli è stato confermato con il 50,7%. Con poco più di 100 voti (101) Filippo Fritelli si conferma sulla poltrona di sindaco di Salsomaggiore. Fritelli (centrosinistra) ha ottenuto 3.873 voti (50,66% del totale), mentre Anna Volpicelli (centrodestra) ha ottenuto 3.772 voti (49,34%). 
 
Sulla pagina Facebook di Fritelli, un commento "a caldo" postato nella notte: 
La notte di San Giovanni scopre tutti gli inganni! Buon lavoro a noi e buon lavoro alle minoranze. Ci si rivede sui banchi del consiglio! #unitisivince #salsomigliore #ripartiamodaqui.
 
Avanza il centrodestra trainato dalla Lega, centrosinistra in crisi, sconfitto nelle roccaforti toscane di Pisa, Massa e Siena, M5s in "stallo": vince ad Avellino ma perde Ragusa e non ce la fa a conquistare Terni. Questo il risultato dei ballottaggi delle elezioni amministrative nei 14 capoluoghi in palio. Un voto che ha visto l'affluenza in ulteriore calo: il dato definitivo del Viminale indica che in 67 comuni su 75 ha votato appena il 47,61% degli aventi diritto, a fronte del 60,42% di votanti al primo turno del 10 giugno scorso. Non sono compresi gli 8 Comuni della Sicilia dove l'affluenza è stata ancora più bassa: si è fermata al 40,10% contro il 60,78% di 2 settimane fa. 
 
L'avanzata del centrodestra. Pd sconfitto nelle roccaforti toscane A Terni vince il centrodestra con il candidato sindaco Leonardo Latini, militante della Lega, con il 63,4%. Al 36,6% dei consensi invece Thomas De Luca, del Movimento 5 Stelle.  A Sondrio trionfa il centrodestra con Marco Scaramellini al 60% mentre Nicola Giugni si ferma al 40%. Un vero e proprio ribaltone quello avvenuto in Toscana dove Pisa, Siena e Massa passano in blocco al centrodestra. A Pisa il nuovo sindaco è Michele Conti candidato di Lega, FI e FdI, che ha battuto Andrea Serfogli. A Siena, Luigi De Mossi 50,8%  ha superato il sindaco uscente Bruno Valentini (Pd) fermo al 49,2%. A Massa, Francesco Persiani al 56,74%  supera Alessandro Volpe, sindaco uscente, fermo al 44%. Il centrodestra ha poi vinto a Viterbo. Al ballottaggio ha vinto con il 51,09% Giovanni Arena sostenuto da FI-FdI-Lega contro la candidata di liste civiche Chiara Frontini.


Ultimo aggiornamento: 25/06/18

25/06/18 h. 12.00
Anna dice:

" il Pd era diventato il partito ?baricentrico? del sistema politico, oggi è due volte tendenzialmente sconfitto: sia quando duella a destra che quando duella con il M5s. Se vuole tornare vincere ed evitare di scomparire, il Pd deve de-renzizzarsi sia nei gruppi dirigenti, sia nell?immagine, senza perdere un secondo. E deve farlo prima che sia troppo tardi."

Esprimi il tuo commento