Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 21.08.2017 ore 08.24
Sei qui: Home | Igor, parenti vittime: noi siamo arrabbiati
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Igor, parenti vittime: noi siamo arrabbiati


"Mentre carabinieri armati ed addestrati non sono stati ritenuti in grado di affrontare insieme quel criminale, nostro padre, pensionato e volontario di Legambiente, è stato mandato allo sbaraglio, disarmato, proprio in quei luoghi dove il comando dei Carabinieri ben sapeva si trovasse il latitante e pluriomicida Igor".

 
E' il passaggio centrale della lettera dei figli della guardia volontaria Valerio Verri, ucciso l'8 aprile mentre era di pattuglia a Portomaggiore, ai ministri della Giustizia e dell'Interno, Andrea Orlando e Marco Minniti, dove si dicono "arrabbiati con le istituzioni". 
Dopo aver letto la ricostruzione della fuga di Norbert Feher dopo l'omicidio del padre, nel rapporto dei carabinieri intervenuti a Molinella, Francesca ed Emanuele Verri si domandano: "Cosa si sta facendo in concreto per catturare questa persona? Cosa si sta facendo in concreto per perseguire le gravi responsabilità di coloro che hanno gestito in modo così superficiale e dilettantistico il nostro territorio?".
 


Ultimo aggiornamento: 11/08/17

14/08/17 h. 23.44
Aniss omaima dice:

Voglio la resposta della prima domanda della sanatoria

Esprimi il tuo commento