Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 21.08.2017 ore 04.35
Sei qui: Home | Escursionista disidratata salvata nel Modenese
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Escursionista disidratata salvata nel Modenese


Brutta avventura per una escursionista livornese di 22 anni che, disidratata e sfinita dal caldo, è stata raggiunta a 1660 metri dal Soccorso Alpino e, rifocillata, è stata portata al Rifugio Capanno Tassoni, non lontano dal Colle dell'Acqua Marcia, sull'Appennino modenese.

 
Partita con il compagno dal Passo del Lupo verso il Lago Scaffaiolo, i due sono rimasti senza scorte di acqua, iniziando a sentire la fatica per il clima, torrido anche a quote elevate.
Dal crinale, sono scesi in cerca di una sorgente o un rifugio, ma il cammino si è rivelato più difficoltoso del previsto per lei, che non è riuscita a proseguire né a tornare indietro.
Chiamati i soccorsi, i tecnici della stazione Monte Cimone del Soccorso Alpino di Modena hanno poi raggiunto la zona in fuoristrada e a piedi. La ragazza è stata rifocillata con acqua e sali minerali, poi ha raggiunto a piedi il fuoristrada, con il quale la coppia è stata portata al Rifugio, dove lei è rimasta, dopo un controllo grazie all'ambulanza del 118 di Fanano.
 


Ultimo aggiornamento: 02/08/17

02/08/17 h. 19.25
Antitaliano dice:

Fategli pagare il soccorso! Così si scantano!

Esprimi il tuo commento