Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 20.09.2017 ore 16.49
Sei qui: Home | Drogometro, saltate centinaia di patenti in Emilia
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Drogometro, saltate centinaia di patenti in Emilia


Dalla fine del mese di luglio 2017 sono già centinaia le patenti ritirate in Emilia-Romagna per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti grazie ai controlli che sono stati effettuati sulle strade con l’uso del drogometro. L'apparecchio che svela l'uso-consumo delle droghe e il cui utilizzo è stato autorizzato, dopo anni di sperimentazione, dalla Direttiva emessa dal ministero degli Interni retto da Marco Minniti.

 
A rivelarlo è stato l’Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione. Questo nuovo strumento in uso alla polizia stradale, attivo già nelle province di Bologna, Ravenna e Reggio Emilia, funziona tramite uno stick che entra in contatto con la saliva. 
Il bastoncino viene poi inserito in un’apparecchiatura che in un tempo di circa 8 minuti valuta la positività o meno a diverse sostanze: cocaina, eroina, oppiacei, metanfetamine e benzodiazepine.
In caso emerga la positività del soggetto al primo controllo vengono effettuati altri due tamponi, poi sigillati dagli agenti e in seguito analizzati, il giorno seguente, dal Centro di Ricerche di Laboratorio di Tossicologia Forense. In caso di confermata positività, questi costituiranno l'elemento della prova processuale.
 
 
 


Ultimo aggiornamento: 14/08/17

Esprimi il tuo commento