Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 25.06.2018 ore 11.53
Sei qui: Home | Ciao Mario Vighi, il saluto a uno spirito libero
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Ciao Mario Vighi, il saluto a uno spirito libero


La Federazione anarchica di Reggio Emilia ricora con affetto Mario Vighi, capo ufficio stampa dei Teatri di Reggio Emilia, morto lunedì scorso mentre si trovava al lavoro al Valli.



Negli anni Novanta, Vighi (originario di Parma, ma una carriera professionale vissuta quasi per intero a Reggio Emilia), fu direttore di Retemilia (tv locale poi chiusa) e si occupò con passione di trasmissioni e approfondimenti di carrattere storico. Fu allora, studiano la figura di personaggi quali Camillo Berneri, che Vighi prese in simpatia il filone anarchico reggiano. Una passione, quella per la storia e per il movimento anarchico, che Mario Vighi non smise mai di coltivare. 
 
"Se ne è andato Mario Vighi _ scrive il Fai di Reggio Emilia -. Mario è stato un compagno generoso, ironico, sempre disponibile a contribuire alla vita del movimento con riflessioni e ha partecipato ad innumerevoli iniziative culturali della federazione anarchica reggiana Fai.
 
Pensatore indipendente, o più propriamente libero pensatore, ha fatto della ricchezza e dell'autonomia intellettuale la caratteristica di un'intera esistenza.
Ricordiamo con piacere il documentario girato con Fabrizio Montanari sulle orme di Camillo Berneri che racconta la straordinaria vita di questo grande anarchico del Novecento, purtroppo ancora poco conosciuto.
Mario ci mancherà, così come ci mancheranno i suoi contributi irregolari, sui quali non sono mancati momenti di confronto improntati sempre sul valore plurale che caratterista la filosofia libertaria.
 
La federazione anarchica reggiana (Fai) si stringe a quanti hanno avuto la fortuna di conoscerlo e ora lo piangono. E' stato bello sognare e lottare insieme".
 


Ultimo aggiornamento: 07/06/18

08/06/18 h. 23.07
CiccioP dice:

meraviglia di filmato! non lo conoscevo
merdosa giornata invernale anni 90 a reggio, annessa riflessione sull'anima proletaria
c'erano ancora la fiat ritmo.

nel 2018 youtube ci offre young signorino e al governo i 5stelle

Esprimi il tuo commento