Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 28.06.2017 ore 16.13
Sei qui: Home | C'erano una volta le lavagne
2 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Giuseppe Caliceti

C'erano una volta le lavagne


di Giuseppe Caliceti

C'erano una volta le lavagne. I cancellini. I gessi bianchi e quelli colorati. A scuola, intendo. Poi la vecchia lavagna nera è caduta in disuso. È la modernità, mi si dirà. È la nuova scuola. La scuola delle nuove tecnologie. La buona scuola.



Nulla di male, per carità. Sono fermamente a favore delle nuove tecnologie in ambito educativo. Registro elettronico, computer e Lim (che sta per lavagna interattiva multimediale), in effetti, sono il simbolo della scuola di oggi. In questi anni, soprattutto al nord, non mancano in almeno metà delle aule. E dirigenti scolastici e docenti si sono adeguati.

In fondo la Lim è bella, utile, spettacolare. Un vero e proprio schermo grande come una lavagna. Cosa si può pretendere di meglio? Anche se, è vero, il piccolo particolare che quando il bambino scrive sulla Lim e il segno di ciò che ha scritto arriva sullo schermo mezzo secondo dopo crea un certo caos; e insomma, è difficile scrivere bene sulla Lim. È difficile scrivere con una bella grafìa.

Poi arriva la mamma di un alunno, al termine di una giornata di scuola, che si lamenta della Lim. Dice che il figlio viene a casa da scuola con gli occhi che gli bruciano. Chiede se è normale. Dice: "È come stare davanti alla tv 8 ore al giorno". Dice: "La luce dello schermo pulsa, dà fastidio agli occhi".

Prendo tempo. Mi informo. Chiedo consiglio alle colleghe. Sembra che qualche oculista inizi a dire che le Lim possano fare male agli occhi. Ci sono statistiche inerenti. Si parla di patologie. Sarà una piccola cosa, ne convengo. E senza dubbio tutto dipende dall'uso che se ne fa.

Certo, è un dato di fatto che i nostri occhi e anche quelli dei più giovani, oggi, stanno sempre a vedere più uno schermo che la realtà: computer, Lim, cellulari, tv, computer, eccetera. Trattandosi dei nostri occhi e di quelli dei nostri figli e dei nostri studenti, mi piacerebbe comunque saperne di più.

Magari tra qualche anno ci saranno nuove mode pedagogiche che ci parleranno dell'importanza della carta e della matita, del libro e non dell'e-book, della lavagna nera e del gessetto e non della lim. Magari non è solo una Lim che fa una scuola buona e moderna.


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
10/02/17 h. 19.03
kattocom dice:

a dire il vero pedagogie che dicono che la LIM non va bene esistono già ...è che la sulla LIM e accessori ci si guadagna di più che su quella tradizionale

03/02/17 h. 13.09
michele medici dice:

bel pezzo giuseppe

Esprimi il tuo commento