Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 19.11.2017 ore 04.08
Sei qui: Home | Buona governance cooperativa, progetto di formazione
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Buona governance cooperativa, progetto di formazione


«Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare», diceva Seneca. Per un’impresa sapere dove andare e come arrivarci è fondamentale. Il complesso di regole, principi e strategie che compongono la mappa di navigazione, comunemente definito Governance, risulta imprescindibile, a maggior ragione in mercati sempre più complessi e competitivi. Il modello cooperativo, nonostante la perdurante congiuntura negativa, si dimostra resistente, alla prova dei numeri e delle storie di riscatto e successo.



Al fine di sostenere e rafforzare l’imprenditorialità cooperativa, Legacoop Emilia-Romagna pone la questione della Governance al centro del proprio programma di lavoro, non come un formale adeguamento tecnico ma come una forte esigenza di riaffermazione identitaria e di qualificazione delle competenze manageriali.
 
Da qui, è nato un piano di azioni che comprende innanzitutto un intervento formativo importante.
«Dalla collaborazione tra Legacoop, Qua.Dir e Demetra Formazione – spiega il presidente di Legacoop Emilia Ovest Andrea Volta – nasce “GOcoop – Buona Governance Cooperativa”, progetto che si svilupperà nei prossimi mesi, con una edizione dedicata alle cooperative di Reggio Emilia, Parma e Piacenza. La prima fase coinvolgerà i Consigli di Amministrazione delle cooperative in un percorso di 32 ore, sviluppato in sei moduli che approfondiscono molteplici funzioni e responsabilità della figura del consigliere: la struttura e il governo dell’impresa cooperativa, il ruolo del CdA, le responsabilità del consigliere, gli aspetti economico-finanziari, la produttività, la gestione del team». La squadra dei docenti è composta da risorse interne del sistema Legacoop, che portano avanti da anni interventi di formazione e aggiornamento nelle cooperative, e da professori ed esperti provenienti da università e società di consulenza nazionali, di comprovata esperienza rispetto ai temi trattati e conoscitori del modello cooperativo nelle sue peculiarità normative e valoriali.
 
«I meccanismi di Governance – dichiara Giovanni Monti, presidente Legacoop Emilia-Romagna – determinano l’adeguatezza delle imprese a stare in modo efficiente sui mercati e la loro capacità di rispondere alle esigenze interne di trasparenza e correttezza. Attraverso un rinnovamento della Governance passa anche il rilancio di forme nuove di partecipazione dei soci e dei lavoratori alla vita democratica della cooperativa e alla organizzazione dei processi produttivi interni. Questa riflessione – aggiunge -  dovrà tradursi in approvazione di Codici della Buona Governance in ogni cooperativa. Mai, come in questo periodo di profondo cambiamento, agire sulla qualità del governo della cooperativa diventa essenziale».


Ultimo aggiornamento: 27/10/17

Esprimi il tuo commento