Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Giovedì 30.03.2017 ore 20.37
Sei qui: Home | Bomba da rimuovere, 3.400 evacuati a Bologna
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Bomba da rimuovere, 3.400 evacuati a Bologna


Domenica 19 marzo almeno 1500 famiglie di Bologna, cioè circa 3400 cittadini dovranno uscire da casa perché sarà rimossa una bomba risalente alla Seconda guerra mondiale, un ordigno inesploso, "potenzialmente efficiente e in pessimo stato di conservazione", rinvenuto tra via Larga e via dell'Industria. L'evacuazione nel raggio di 500 metri dal luogo dell'ordigno. La bomba, dopo la rimozione, sarà fatta brillare in zona Casteldebole.



Avverte il Comune che in "particolare, non sarà accessibile l’area delimitata dalle vie: Alberto Trauzzi, Alfredo Panzini, del Pilastro, dell'Industria, Edoardo Weber, Enzo Ferrari, Gabriele d'Annunzio, Giovanni Natali, Grazia Deledda, Guido Gozzano, Italo Svevo, Larga, Luigi Pirandello, Scipione Innocenti dai numeri civici qui sotto riportati.
 
Tre i punti di accoglienza che saranno allestiti per i residenti che ne hanno necessità: dalle 7.30 saranno aperti il centro sociale Pilastro in via Campana, villa Pini al parco Scandellara e il circolo La Fattoria di via Pirandello. Saranno necessarie modifiche alla circolazione pubblica e privata, e sono previste deviazioni delle linee 14 e 20 di Tper. Per informazioni, ci si può rivolgere al Quartiere San Donato-San Vitale 0516337503 nei seguenti orari: da lunedì a venerdì 8.15-13; martedì e giovedì 8.15-17.30. Venerdì 17 marzo: 8.15-17.30 - sabato 18 marzo: 8.15-13".
 


Ultimo aggiornamento: 15/03/17

Esprimi il tuo commento