Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 28.06.2017 ore 16.11
Sei qui: Home | Bologna. Università i collettivi aprono al rettore
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Bologna. Università i collettivi aprono al rettore


Un pranzo di solidarietà a offerta libera in Piazza Puntoni per protestare contro il caro-mensa universitario, ma senza i blindati della polizia a sorvegliare.

 
Un'assenza notata dagli organizzatori, gli studenti guidati dal Cua, il Collettivo universitario autonomo, che potrebbe portare a una riapertura del dialogo col rettore dell'Alma Mater, Francesco Ubertini, dopo le tensioni delle ultime settimane. "Un dato positivo, ci auguriamo che la situazione vada verso una risoluzione politica e non di ordine pubblico - fanno sapere alcuni esponenti del Cua - probabilmente è un passo indietro dell'Università, e se veramente fosse così a questo punto riapriamo la discussione su mense e servizi accessibili e la gestione degli spazi".
In particolare, sul caro-mensa gli autonomi chiedono che "si riprenda la contrattazione con la Consulta regionale degli studenti, che dopo due incontri non ci ha dato altri appuntamenti".


Ultimo aggiornamento: 03/03/17

Esprimi il tuo commento