Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Giovedì 21.09.2017 ore 07.02
Sei qui: Home | Barcellona, la cellula dei terroristi ragazzini
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Barcellona, la cellula dei terroristi ragazzini


E' caccia all'uomo in Spagna. La cellula entrata in azione a Barcellona e a Cambrils è stata in gran parte smantellata ma c'è almeno un uomo che risulta ancora in fuga. Nella notte posti di blocco e perquisizioni da parte della polizia catalana, che ha fermato e perquisito 2 autobus, senza esito.

 
Per gli inquirenti a guidare il furgone sulla Rambla era Younes Abouyaaqoub, un marocchino di 22 anni di Ripoll. La polizia spagnola ha segnalato una Kangoo bianca che ha passato il confine. Il commando che ha agito a Barcellona e a Cambrils composto da giovanissimi puntava a una strage di portata maggiore. L'esplosione in una villetta ad Alcanar, alcuni giorni prima dell'attentato di giovedì, ha costretto la cellula a modificare i piani. 
 
La polizia catalana ha confermato che il giovane considerato l'autore dell'attentato sulla Rambla di Barcellona, il 18enne Moussa Oukabir, è uno dei terroristi uccisi dagli agenti nella città catalana di Cambrils (Tarragona). Le forze dell'ordine hanno anche confermato che altri due dei quattro ricercati per la loro presunta implicazione nell'attentato sono stati abbattuti. Si tratta di due marocchini: Sadi Aallaa, di 19 anni, e Mohamed Hychami, di 24 anni. Entrambi sono residenti a Ripoll (Girona). 


Ultimo aggiornamento: 19/08/17

Esprimi il tuo commento