Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Mercoledì 28.06.2017 ore 16.12
Sei qui: Home | Ateneo Bologna tra i migliori al mondo. I risultati dei QS World University Rankings
4 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Ateneo Bologna tra i migliori al mondo. I risultati dei QS World University Rankings


Lo dicono i risultati della settima edizione dei QS World University Rankings per materie su www.TopUniversities.com.



E' questa una particolare classifica che analizza 46 discipline insegnate nelle università di 60 Paesi. Roma, Milano, Bologna sono le città italiane dove si riscontra l’eccellenza per l’insegnamento universitario. In particolare il Politecnico di Milano e Bocconi, Università di Bologna e Sapienza.
 
Per stilare la classifica la britannica Quacquarelli Symonds, come riporta il Corriere della Sera, ha lavorato su più "di 185 milioni di citazioni, 43 milioni di papers, 194mila risposte al questionario somministrato ai responsabili delle risorse umane, 305mila risposte al questionario somministrato agli accademici".


Ultimo aggiornamento: 09/03/17

08/03/17 h. 16.45
The Earl of Mercia dice:

Giustissimo, su quello siamo d'accordo caro Gonzaga. Volevo solo aggiungere che, proprio perché da un punto di vista dell'insegnamento l'Italia ha un sistema valido, è aberrante che la ricerca faccia così pena.
Ps: i MAIUSCOLI del messaggio precedente erano per il lettore, non per G.

08/03/17 h. 14.13
Gonzaga dice:

Io mi riferivo ai saperi...... anche perchè ho diverse esperienze dirette. Confermo che sulla ricerca (pur con alcune punte di eccellenza) non siamo al top......ma sono 20 anni che lì si taglia tutto.

08/03/17 h. 12.14
The Earl of Mercia dice:

A dire il vero, Bologna è 208° nell'overall ranking nonostante sia 78° per reputazione accademica (quanto il nome dell'ateneo è conosciuto in tutte le altre università, ottenuto tramite sondaggio proprio come l'indice di gradimento dei ministri per intenderci). Non proprio una delle migliori al mondo!

Mi permetto di dissentire quindi da Gonzaga, anche solo parzialmente: i nostri laureati sono al top e l'insegnamento in Italia è di assoluta eccellenza, ok. Ma ciò che affossa l'Italia nei ranking non è limitato ai soli servizi agli studenti quanto alla RICERCA che in Italia è NULLA, IMPRODUCENTE e i cui POCHISSIMI fondi vengono utilizzati per sistemare portaborse anzichè pagare ricercatori esperti e strutture.

A riprova di quanto espresso, il ranking citato nel quale le città italiane se la cavano bene non riguarda le università ma le città universitarie, con nessun riferimento all'insegnamento, e basato solo sui servizi e sulle condizioni di vita offerte (caro affitti, servizi pubblici, vita, desiderabilità, employability ecc.) ERGO le città italiane con sedi universitarie sono competitive nel mondo proprio per i servizi e il contesto offerto agli studenti. NON perchè lavoro bene ma perchè le città sono amministrate bene.

08/03/17 h. 9.17
Gonzaga dice:

Lo dico da sempre.......quando si guarda al sapere siamo sempre tra i primi......la maggior parte delle statistiche (dei Ranking) si basa sui servizi (Mense, Foresterie, Palestre, dimensioni delle aule, costi della retta) e per quello le nostre università finiscono in fondo......ma i nostri laureati sono al top.

Esprimi il tuo commento