Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 22.01.2018 ore 13.21
Sei qui: Home | Al Conad a Natale, sindacati: vergogna. I negozi lavorano il 25 e Santo Stefano
7 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Al Conad a Natale, sindacati: vergogna. I negozi lavorano il 25 e Santo Stefano


“La Filcams Cgil di Reggio Emilia giudica vergognosa la scelta di tre Conad provinciali di tenere aperto nel giorno di Natale (Taneto e Bibbiano e Sant’Ilario) e Santo Stefano (Sant’Ilario d’Enza)”.

 
Un commento secco quello della Filcams reggiana che giudica “indegna e contraria ad ogni buon senso” la scelta di questi tre punti vendita.
 
“Si dimostra ancora una volta la deriva che il commercio ha preso dopo le liberalizzazioni volute dal governo Monti – spiega il sindacato -. Ci convincono poco le parole del direttore dei punti vendita che dichiara che saranno presenti solo i “volontari”, ai quali verrebbero riconosciute tessere prepagate per fare la spesa (magari all’interno dello stesso Conad) o non meglio precisati “bonus” in busta paga”.
 
I dipendenti di questi, e di tutti i negozi della Provincia, hanno la facoltà di rifiutare di lavorare nei giorni festivi, mantenendo comunque il diritto al pagamento della giornata perciò “non serve il “buoncuore” di un direttore che promette bonus per non perdere retribuzione in caso di rifiuto a lavorare in una festività – conclude la Filcams -. Invitiamo i clienti a non recarsi a fare la spesa in questi negozi e a consentire così anche ai dipendenti di poter passare in famiglia il pranzo di Natale”.


Ultimo aggiornamento: 21/12/17

23/12/17 h. 17.30
Grazy dice:

Se si deve fare la spesa la si fa durante la settimana non nei giorni festivi!

22/12/17 h. 22.49
Francesca dice:

Io credo che questo sarà un cancro che devasterà tutte le categorie prima o poi , è solo questione di tempo ! Già si sta parlando nel settore del credito di fare la stessa cosa ! Allora mi chiedo perché tutte le categorie non si uniscono in un unico sciopero fetmando la nazione? Solo così forse qualcuno potrebbe ascoltarci ! Ma anche qui ci saranno le solite categorie Hobby che non verranno toccate da tali cambiamenti , perché è questo che fondamentalmente ci distingue sempre : ognuno pensa sempre al proprio orticello che ci importa se l'altro sta dietro una cassa o un banco taglio anche quando potrebbe stare a casa a festeggiare con i suoi figli e la sua famiglia!! Ma dietro tutto c'è sempre lo sporco denaro, i numeri per il fatturato passando sopra a tutto e tutti altro che santo Natale e scusate ma a me che da 17 anni faccio questo lavoro solo perché ne ho bisogno vi dico che di Santo non c'è più niente !

22/12/17 h. 13.02
Gianlucacasu dice:

In tempi come questi di massima crisi è giusto che chi vuole lavorare lavori anche di domenica e festività ma non sotto ricatto dei cosidetti Padroni e ben retribuiti se meritano.

22/12/17 h. 9.37
Paolo dice:

Il Governo monti verrà ricordato nei secoli, composto di persone colte, saccenti forse un pochino presuntuose ha fatto tanto per il paese, soprattutto dal lato delle entrate, un poco meno per quanto riguarda i famosi tagli alle spese su cui a parole calò una scure, nei fatti accarezzò il pelo del cane in promozione elettorale.
Ecco credo che molti si riconoscano sotto il pelo di quel cane.

22/12/17 h. 1.19
Silvio dice:

Il governo monti non solo ha rovinato il lavoro nei centri commerciali ma anche il lavoro nelle farmacie, permettendo a queste ultime di rimanere aperti a loro piacimento ha fatto si che queste facciano a gara a chi chiude per ultimo.

21/12/17 h. 22.47
Alfonso dice:

Io lavoro in un supermercato crai a Palermo e il 25 e 26 siamo aperti

21/12/17 h. 10.28
Nicola dice:

Una Cosa Degna dei Paesi della Ex Urss.
E il Governo resta Muto..
Complimenti.
L.unica speranza è che i consumatori restino in casa a festeggiare. E i centri commerciali VUOTI.

Esprimi il tuo commento