Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 16.07.2018 ore 14.44
Sei qui: Home | Al Campo di Fossoli il ricordo dei martiri
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Al Campo di Fossoli il ricordo dei martiri


Prenderà il via sabato la settimana residenziale avente come tema I luoghi di Memoria per comprendere il nostro presente. Xenofobia, razzismi e difesa dei diritti organizzata dalla Fondazione Fossoli a cui parteciperanno giovani tra i 18 e i 25 anni provenienti da tutta Italia.

 
Tra i primi compiti dei partecipanti, vi sarà anche quello di presenziare alla commemorazione del 74° anniversario dell’eccidio dei 67 Martiri di Fossoli in programma domenica 8 luglio. La cerimonia prenderà il via alle 10:30 presso il Poligono di tiro, luogo in cui il 12 luglio 1944 67 internati del Campo di Fossoli furono trucidati dalle SS naziste, con il saluto del Sindaco di Carpi Alberto Bellelli a cui farà seguito alle 11 l’intervento del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Alle 10:45 si terrà il rito religioso e la cerimonia sarà accompagnata dalla Banda Città di Carpi.

 
«L’importanza di coinvolgere i giovani in questa commemorazione - spiega Marzia Luppi direttrice della Fondazione Fossoli – rappresenta quasi un passaggio obbligato per dare nuova linfa alla memoria e al ricordo di quanto accaduto in questi luoghi. Quello che vogliamo avviare durante tutta la settimana residenziale, non è solo uno studio della storia, quando un percorso di conoscenza e di riflessione critica su temi contemporanei quali la xenofobia, della radicalizzazione ideologica e della messa in discussione dei diritti fondamentali. Si tratta di un progetto ambizioso, ma che poggia su solide basi e su una serie di workshop e attività di formazione appositamente studiate per poter ripercorre la complessa storia del Campo in tutte le sue 4 fasi di utilizzo dal 1942 fino al 1970 e soprattutto le connessioni che questa ha avuto con la storia globale della comunità e del Paese andando appunto a ricercare le radici della contemporaneità. Fra queste, sarà di notevole importanza l’incontro e il confronto diretto con i testimoni delle odierne profuganze che stanno collaborando da tempo con la Fondazione grazie al progetto di inserimento sociale dei richiedenti asilo nel territorio modenese. La settimana si concluderà con l’appuntamento pubblico di restituzione sabato 14 luglio alle 18:30 allo Spazio Giovani Mac’è! durante il quale i partecipanti presenteranno alla popolazione i loro progetti realizzati». 
 
In caso di maltempo la celebrazione si terrà all’interno della baracca recuperata del Campo di Fossoli.
 


Ultimo aggiornamento: 04/07/18

Esprimi il tuo commento