Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Venerdì 19.01.2018 ore 18.38
Sei qui: Home | Aemilia. 'Eugenio Sergio chiese voti per Vecchi'
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Aemilia. 'Eugenio Sergio chiese voti per Vecchi'


Il pentito di Salvatore Muto, giovedì 21 dicembre, nel corso dell'udienza del processo Aemilia, il dibattimento per le infiltrazioni della 'nadrangheta nella regione, è tornato parlare di elezioni e voti, del sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, e della moglie, oggi dirigente all'urbanistica al Comune di Modena, prima in piazza Prampolini, Maria Sergio.

 
Salvatore Muto, rispondendo alla Corte presieduta da Francesco Maria Caruso ha ribadito che Eugenio Sergio, un cugino della moglie del primo cittadino reggiano, imputato al processo, avrebbe chiesto a Francesco Lamanna, esponente della cosca, di raccogliere voti in favore del coniuge della parente che stava per candidarsi.



Il collaboratore di giustizia non ha mai detto tuttavia che tale richiesta gli fosse stata avanzata dalla cugina. "I voti - ha detto il pentito - li aveva chiesti Eugenio Sergio... Se io chiedo dei voti all'associazione è perché sono consapevole che potrò trarne profitto".  


Ultimo aggiornamento: 22/12/17

16/01/18 h. 23.05
elezione sindaco inficiata da mafia dice:

Cosa aspetta Vecchi a dimettersi? Per quanto il 'cerchio magico' dei 'servi in Comune' riuscirà a fare quadrato? E comunque, il Comune di Reggio va ripulito dall'infiltrazione cutrese.

Esprimi il tuo commento