Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 17.12.2017 ore 05.23
Sei qui: Home | Cadelbosco. A fuoco la Mercedes della cognata di Crivaro, imputato al processo di 'ndrangheta
1 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Cadelbosco. A fuoco la Mercedes della cognata di Crivaro, imputato al processo di 'ndrangheta


Mercoledì 29 novembre

La Mercedes Classe A bruciata l'altra sera mentre era parcheggiata in via Landi di Cadelbosco Sotto, frazione di Cadelbosco Sopra, appartiene alla 43enne Rosetta Muto, cognata di Antonio Crivaro che è imputato a piede libero nel processo contro le infiltrazioni della 'ndrangheta Aemilia.



L'allarme per l'incendio era scattato poco dopo la mezzanotte, il mezzo è andato completamente distrutto, e gli inevestigatori da subito non hanno avuto dubbi sulla matrice dolosa del rogo.
Rosetta Muto, proprietaria dell'auto, è moglie di Salvatore Mercadante, già condannato a oltre 5 anni per usura ed estorsione, la pena è stata scontata. La stessa Muto è anche cognata di Antonio Crivaro, 44 anni, cutrese residente a Quattro Castella, sulla prima collina reggiana, era stato nominato anche dal pentito Antonio Valerio con accuse molto gravi, ma che sono ancora tutte da verificare.

Martedì 28 novembre

Un'altra un’auto è stata data alle fiamme nella Bassa reggiana. Questa volta è accaduto a Cadelbosco Sotto, frazione di Cadelbosco Sopra. L'episodio si è verificato in via Landi, dove ignoti hanno dato fuoco a una Mercedes Classe A.

 
I vigili del fuoco sono stati chimati quando era circa la mezzanotte e trenta. Sul posto anche i carabinieri, che hanno avviato le indagini.
Di recente e nel giro di pochi giorni tre auto sono state date alle fiamme a Reggiolo, una di queste era quella di Francesco Citro, ucciso giovedì 23 novembre a colpi di pistola sotto casa.


Ultimo aggiornamento: 29/11/17

28/11/17 h. 23.18
Antitaliano dice:

A nome degli autoctoni senzienti ringrazio sentitamente Antonella Spaggiari, Malagoli e Del Rio per aver favorito la massiccia immigrazione dei nostri amatissimi fratelli del sud.

Esprimi il tuo commento