Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 17.12.2017 ore 05.23
Sei qui: Home | Budrio. Accoltellata in casa, confessa il marito. La moglie pugnalata alla schiena dopo una lite
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

Budrio. Accoltellata in casa, confessa il marito. La moglie pugnalata alla schiena dopo una lite


E’ stato fermato dai carabinieri del comando provinciale di Bologna l’autore dell’omicidio di Anna Lisa Cacciari, la 65enne rinvenuta senza vita all’interno della sua abitazione di Armarolo di Budrio (Bologna) il 20 novembre scorso: si tratta del marito, il 69enne Athos Vitali.


 
E’ stata la Procura della Repubblica, nelle persone del procuratore capo Amato e dei sostituti procuratori Citeri e Orsi, ad emettere il Decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti dell'uomo, concordando pienamente con le risultanze investigative dei Carabinieri bolognesi.
Il provvedimento, notificato nel corso della nottata, scaturisce tra l’altro dalla confessione resa da Athos Vitali, apparso in difficoltà dinnanzi alle domande degli inquirenti. 
 
Lo stesso Vitali, ascoltato dagli inquirenti, ha fornito un quadro coerente con il complesso gravemente indiziario raccolto nei suoi confronti - attraverso lo sviluppo di attività tecniche, analisi di tabulati di traffico telefonico e di filmati di alcuni impianti di videosorveglianza - non riuscendo a fornire, in particolare, valide motivazioni circa alcuni movimenti e contatti asseritamente intrattenuti tra le 07.30 e le 10.00, arco orario di commissione del delitto.
In tale quadro ammetteva le proprie responsabilità, riferendo in merito alla discussione avuta con la consorte, per futili motivi, conclusasi con il tragico epilogo, allorquando la stessa veniva colpita con due fendenti inferti con un coltello da cucina rinvenuto e sottoposto a sequestro.  
Espletate le formalità di rito il fermato è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’AG competente. Ulteriori accertamenti tuttora in corso.
 
 
 
 
 
 


Ultimo aggiornamento: 22/11/17

Esprimi il tuo commento