Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Domenica 21.01.2018 ore 13.38
Sei qui: Home | A Bologna ritorna un rinnovato Nettuno
0 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo

A Bologna ritorna un rinnovato Nettuno


Dopo l'inaugurazione nel 1566, si cominciò a utilizzare la fontana del Nettuno del Giambologna come "vasca per lavare i panni o le verdure".



Da anni "era muta", l'acqua "era ferma, sparita. Oggi torna ad abbellire questa piazza e la nostra città". Lo ha ricordato il sindaco Virginio Merola, inaugurando il restauro del "monumento che più di tutti rappresenta la bolognesità, collocato tra Palazzo d'Accursio e Palazzo Re Enzo, al centro della nostra identità", ha detto, "felice e orgoglioso di avere dato il via a questo restauro" realizzato con un gruppo di lavoro tra Università, Istituto del restauro di Roma, Soprintendenza, Istituzione Musei. Un ringraziamento il sindaco lo ha riservato al QN-Resto del Carlino e alla raccolta fondi "che ha permesso di aggiungere 550mila euro ai 450mila stanziati dal Comune", arrivando al milione necessario per il restauro, cominciato a giugno 2016.
 
Ora Mario Nanni, progettista della luce, smontato il cantiere, potrà adeguatamente illuminare e valorizzare il Nettuno.


Ultimo aggiornamento: 22/12/17

Esprimi il tuo commento